Newsletter n.9 - Dicembre 2013

Newsletter n.9/2013 Lunedì 23 Dicembre 2013
Se non riesci a visualizzare correttamente questa newsletter clicca qui

Rassegna
Temi tratti dalle principali riviste o Rapporti

1. CONGREGAZIONE PER L'EDUCAZIONE CATTOLICA

Il 19 dicembre 2013, nell’Aula Giovanni Paolo II della Sala Stampa della Santa Sede, ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione del Documento Educare al dialogo interculturale nella scuola cattolica. Vivere insieme per una civiltà dell’amore, a cura della Congregazione per l’Educazione Cattolica (degli Istituti di Studi). Intervengono: l’Em.mo Card. Zenon Grocholewski, Prefetto della Congregazione per l’Educazione Cattolica; S.E. Mons. Angelo Vincenzo Zani, Segretario del medesimo Dicastero; Prof. Italo Fiorin, Docente dell’Università LUMSA di Roma.
Nella newsletter si allegano i testi degli interventi.

2. FIDAE: Assemblea e Convegno (28-29 novembre 2013)

Nei giorni 28 e 29 novembre 2013 si sono svolti a Roma due eventi della scuola cattolica: il Convegno e l’Assemblea della Fidae.
Nella newsletter si allegano:
il testo della relazione del Presidente Fidae; i testi di Cicatelli, Fiorin, Previtali, Cattaneo, intervenuti al Convegno.

3. CENTRO STUDI SCUOLA CATTOLICA (19 ottobre 2013)

3.1.Sesta giornata pedagogica: BES siamo tutti speciali

La Sesta Giornata Pedagogica organizzata a Roma sabato 19 ottobre 2013 è stata dedicata al tema dei “BES: I bisogni educativi speciali”.
Si allegano gli interventi di: don Maurizio Viviani, Direttore dell’Ufficio Nazionale per l’educazione, la scuola e l’università, del Prof. Sergio Cicatelli, Direttore del CSSC, del Prof. Roberto Franchini, dell’Università Cattolica di Brescia e Presidente dell’Associazione Italiana Disabilità Intellettive e dello Sviluppo, del Prof. Alberto Granato, dell’Università Cattolica di Milano.

3.2.Una pluralità di gestori - XV Rapporto scuola cattolica in Italia, 2013

È stato pubblicato il XV Rapporto sulla Scuola Cattolica in Italia, edito da “Editrice La Scuola” e intitolato “Una pluralità di Gestori”.
Il Rapporto è dedicato quest’anno a indagare la figura del gestore di scuola cattolica sotto il profilo giuridico, ecclesiale e pedagogico, ricostruendo l’evoluzione del suo ruolo e le nuove linee di tendenza in atto, analizzando la sua posizione nei diversi livelli scolastici e nella formazione professionale, esaminando alcune novità emergenti anche sulla base di esperienze recenti. Con una ricerca sul campo sono state studiate le diverse tipologie di gestori presenti sul territorio italiano, raccogliendo opinioni e testimonianze sulle principali problematiche. Completa il volume la consueta raccolta dei dati statistici sul sistema italiana di scuola cattolica nell’anno scolastico 2012-13.

4. 47° RAPPORTO CENSIS - 6 dicembre 2013

È stato presentato, presso il Cnel - Viale David Lubin, 2 - Roma, la 47ª edizione del Rapporto Censis che interpreta i più significativi fenomeni socio-economici del Paese nella difficile crisi che stiamo attraversando.
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana si è ritrovata inerme, ma è riuscita ad andare oltre la sopravvivenza. Si è verificata una parallela discontinuità, da «separati in casa»: le istituzioni politiche concentrate con rigore sui conti pubblici, i soggetti economici lasciati soli alla ricerca di strategie di riposizionamento. Nella seconda parte, La società italiana al 2012, vengono affrontati i temi di maggiore interesse emersi nel corso dell’anno: i processi di riposizionamento e i rischi della separazione tra élite e popolo. Nella terza e quarta parte si presentano le analisi per settori: la formazione, il lavoro e la rappresentanza, il welfare e la sanità, il territorio e le reti, i soggetti e i processi economici, i media e la comunicazione, il governo pubblico, la sicurezza e la cittadinanza.
Nella newsletter si allegano i Comunicati stampa elaborati dal CENSIS sulle singole parti.

5. EXCELSIOR 2013 "47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012"

Per 47mila posti di lavoro, 13 ogni 100 assunzioni tra quelle programmate anche in questo 2013 di crisi e di crescenti difficoltà sul versante dell’occupazione, ci sono imprese che hanno difficoltà a reperire personale adeguato. Si tratta in prevalenza di profili di laureati in materie scientifiche e tecniche come coloro che hanno studiato ingegneria elettronica e dell’informazione. Un ulteriore motivo di disallineamento è imputato dalle imprese a un gap di aspettative. Secondo gli operatori economici, ci sono alcuni profili che per motivi legati al percorso di carriera o al consenso sociale intorno a determinate professioni, spesso di più basso profilo, non soddisfano i desiderata dei potenziali candidati.
Nella newsletter si allegano: il Comunicato stampa diffuso in occasione di Job&Orienta (novembre 2013);
le tavole statistiche delle previsioni annuali all’indirizzo consultabili sul sito di Unioncamere; il volume: Il lavoro dopo gli studi. La domanda e l’offerta di laureati e diplomati nel 2013.

6. IMMIGRAZIONE: DOSSIER STATISTICO 2013 (30 novembre 2013)

Immigrazione: una realtà complessa che in Italia è andata acquistando una dimensione crescente nel corso degli ultimi decenni. È questo l’ambito in cui è specializzato il Centro Studi e Ricerche IDOS/Immigrazione Dossier Statistico, che dal 2004 cura e pubblica l’omonima ricerca Dossier Statistico Immigrazione. Il Rapporto annuale, in precedenza realizzato per organizzazioni ecclesiali, nel 2013 è stato curato per conto della Presidenza del Consiglio dei Ministri/Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali. Il Rapporto è stato presentato il 30 novembre 2013.
Nella presente newsletter si allegano il Dossier Statistico 2013, una scheda su Studenti internazionali nelle università italiane (maggio 2013) e una scheda su Indagine sull’assistenza familiare in Italia: il contributo degli immigrati.

7. ATLANTE DELL'INFANZIA A RISCHIO
L'Italia sotto sopra. I bambini e la crisi (a cura di Giulio Cederna)

Dei quattro Atlanti che abbiamo realizzato dal 2010 ad oggi, questo è di gran lunga il più amaro. Le pagine che seguono mostrano come la crisi si stia chiudendo a tenaglia sui diritti dei minori: da una parte il disagio di famiglie impoverite, spesso costrette a ridurre i consumi per arrivare a fine mese soprattutto quando a casa ci sono dei bambini, dall’altra il momento di grave difficoltà che attraversa il Paese, tra conti pubblici in disordine, crisi del welfare, tagli dei fondi all’infanzia, progetti che chiudono. In mezzo ci sono loro, bambini e adolescenti: oltre un milione di minori in povertà assoluta, in contesti segnati da disagio abitativo, disoccupazione giovanile alle stelle, alti livelli di dispersione scolastica, lavoro minorile e crescenti diseguaglianze.

8. UIL: RIDURRE I COSTI DELLA POLITICA (16 dicembre 2013)

I costi della politica, diretti e indiretti, ammontano a 23,2 miliardi di euro tra funzionamento di organi istituzionali, società pubbliche, consulenze e costi "derivanti dalla sovrabbondanza del sistema istituzionale". "Una somma - si legge nel rapporto - pari a 757 euro medi annui per contribuenti, che pesa l’1,5% sul Pil". "Un milione di persone vivono di politica - ha detto il segretario del sindacato, Luigi Angeletti - quasi il 5 per cento della forza lavoro. Ridurre questo numero si può anche attraverso una riforma della Costituzione".
Sono solo alcuni passaggi di quanto la UIL ha presentato nel III rapportoI costi della politica” il 16 dicembre 2013 a Roma.

9. PUBBLICAZIONE RECENTE DI ISFOL

Lo Stage in alternanza in Europa. Una selezione di buone pratiche, di Benini, Ginevra.
L’intervento illustra i quadri normativi e le dinamiche operative nell’ambito dei rispettivi sistemi educativi relativamente allo strumento formativo dello stage in alternanza, esaminato su un campione di cinque Paesi dell’Unione europea, in cui la prassi nell’utilizzo dello strumento risulta maggiormente consolidata, ovvero: Belgio, Paesi Bassi, Svezia, Ungheria e Slovacchia. Si illustrano inoltre le modalità di compilazione e di definizione degli strumenti del training agreement/work placement contract doc o progetto formativo e la letter of reference, ovvero la valutazione/attestato finale delle conoscenze, competenze e abilità sviluppate dal tirocinante. 24/01/2013

RINNOVO DEL CCNL-SCUOLA
I testi della trattativa

1. Costituzione Gruppo di lacoro parità scolastica

Con Decreto Ministeriale n. 19 del 25 luglio 2013 il Ministro ha costituito il Gruppo di lavoro della parità scolastica.
Compiti: consulenza, proposta e supporto tecnico, scientifico e metodologico all’area della parità scolastica.
Composizione: Ministro o Sottosegretario di Stato; Rappresentanza dell’Amministrazione; Rappresentanti Federazioni e Associazioni (Presidente Agidae, Fidae, Fism, Opera Nazionale Montessori, Aninsei); Associazioni delle comunità educative (Presidente Agesc, MSC, F.A.E.S.)

2. Protocollo di intesa AGIDAE - OO.SS. (24.07.2013)

Nell’ambito del negoziato per il rinnovo del CCNL l’Agidae ha presentato alle organizzazioni sindacali FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA e SNALS Conf. SAL e SINASCA in data 9 luglio 2013 la formale dichiarazione dello stato di crisi delle istituzioni scolastiche paritarie ed educative aderenti e afferenti all’Associazione. Nel prendere atto di questo complicato quadro di insieme, decisamente preoccupante, e in attesa della definizione degli interventi legislativi in materia di sostegno al lavoro e all’occupazione annunciati dal governo con l’emanazione del Decreto Legge n. 76/2013 i sindacati e l’Agidae hanno convenuto di sottoscrivere un protocollo di intesa a carattere temporaneo nella prospettiva di arginare i fenomeni di deregulation contrattuale sopra richiamati. Validità: 24/07/2013 - 31/08/2014. Si riporta il testo del Protocollo ed un commento di P. Ciccimarra.

3. Ministero del Lavoro: intervalli tra contratti a tempo determinato

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la nota n. 31/0005426 del 04/10/2013, risponde ad alcuni quesiti pervenuti in materia di intervalli temporali tra 2 contratti a termine. In particolare, il Ministero chiarisce che le discipline derivanti dalla CCNL volte a regolamentare il periodo di intervallo tra due contratti a tempo determinato (20 o 30 gg.), sono sostituite dalle nuove disposizioni normative contenute nel Decreto Lavoro n.76/2013 convertito in legge n.99/2013 che hanno ridotto lo “stop &” a 10 e 20 giorni (in caso di contratto a termine di durata inferiore o superiore a 6 mesi). Inoltre il Ministero fornisce ulteriori indicazioni riguardo gli accordi collettivi stipulati dopo l’entrata in vigore del D.L. n.76/2013 (ovvero dopo il 28 giugno 2013). Le intese potranno prevedere una riduzione o un azzeramento dei periodi di 10 o 20 giorni, con effetti normativi obbligatori per tutti i soggetti rientranti nel campo di applicazione degli accordi.

4. Il nuovo decreto sul lavoro (DL 28 giugno 2013 successivamente convertito con la legge 9 agosto 2013 n. 99)

Si riporta un primo commento al testo curato dal dott. Emanuele Montemarano tratto dalla Rivista Agidae 4/2013.

5. La rappresentanza sindacale in azienda

(Sentenza Corte Costituzionale n. 231/2013). Si riporta il testo e un commento alla sentenza tratta dalla Rivista Agidae 4/2013.

6. Responsabilità della scuola in materia di vigilanza sugli alunni

Sentenza Corte  di Cassazione 4/10/2013, n. 2752.

Appuntamenti
Proposte di date e di eventi

Febbraio 2014
14 (16:00-20:00) e 15 (09:00-13:00) Febbraio 2014
Consiglio Direttivo CNOS/Scuola (presso l'Istituto Salesiano di Bologna)

Maggio 2014
09 (16:00-20:00) Maggio 2014
Consiglio Direttivo CNOS/Scuola
10 ( 09:00-13:00) Maggio 2014 Assemblea CNOS/Scuola

Maggio 2014
10 Maggio 2014 (pomeriggio)
Piazza S. Pietro: Giornata della scuola (CEI)

Novembre 2014
19-26 Novembre 2014
Convegno mondiale su Don Bosco

Ottobre 2014
Consiglio Direttivo CNOS/Scuola

SERVIZIO QUESITI
E’ funzionante il servizio quesiti curato dal prof. don Bruno Bordignon.

Tutti possono rivolgersi a don Bruno Bordignon presentandogli “quesiti”

II suoi riferimenti
Posta elettronica:
bordignon@unisal.it
bbordignon@salesiani.it
Telefono: 06/87290554 –
cell. 3351096004

Altri servizi
Ulteriori consulenze sono possibili presso Fidae e Agidae.

Logo CNOS/Scuola

Questa newsletter è una pubblicazione a cura di CNOS/SCUOLA
Dir. resp.: don Mario Tonini

Il CNOS Scuola

augura a tutti

un felice e sereno Natale.

Vita dell'associazione CNOS/SCUOLA
Approfondimenti e buone pratiche riuardanti la qualità della scuola salesiana e cattolica (Sezione curata dal prof. don Bruno Bordignon - UPS, Roma)

1. IL PROGETTO PERSONALE DI APPRENDIMENTO

Don Bruno Bordignon ha pubblicato recentemente presso l’editore Rubbettino (2012) - il volume: Il progetto personale di apprendimento (pp. 347).
Nel presente notiziario, a ritmo mensile, si presentano parti significative del volume:

2. NEWS RECENTI SULLA SCUOLA - Novembre 2013

Si riportano i titoli delle informazioni già inviate attraverso “Informazioni CIOFS e CNOS/Scuola” del mese di novembre 2013.
Per la consultazione degli allegati si rimanda al servizio informativo citato.  

21/13 Parità delle scuole in Friuli Venezia Giulia;
22/13 Udine: la Provincia finanzia le scuole paritarie con 580mila euro;
23/13 Ancora sull’apprendistato;
24/13 Le problematiche dei contratti di solidarietà delle scuole non statali;
25/13 Il Bonus di Maturità;
26/13 INPS congedo straordinario per assistenza disabili;  
27/13 Le classi ponte? Evviva i "ghetti" se danno buoni risultati;
28/13 Rideterminazione dei posti disponibili per le immatricolazioni al corso di diploma accademico di II livello ad indirizzo didattico, classe di abilitazione A077 - strumento musicale, per l’anno accademico 2013/2014;
29/13 Il liceo di 4 anni;
30/13 La giornata della scuola: 10 maggio 2014;
31/13 La dittatura del relativismo;
32/13 Friuli-Venezia Giulia: fondi assicurati alle scuole paritarie;
33/13 Friuli-Venezia Giulia: in Finanziaria regionale tagliati gli 800mila euro destinati alle Province per il sostegno di istituti paritari e cattolici;
34/13 Veneto: per le scuole dell’infanzia non statali nel 2013 confermati i 21 milioni di euro di finanziamento;
35/13 Partecipazione ai corsi di specializzazione per il sostegno;
36/13 Valorizzazione delle eccellenze;
37/13 Licei sportivi 2014-2015: in numero limitato, una sola prima classe e senza
esuberi di personale;

38/13 Istituti tecnici: integrata l’opzione «Tecnologie del legno» nell’indirizzo
«Meccanica, meccatronica ed energia» - Articolazione «Meccanica e meccatronica» (DI 13 novembre 2013);

39/13 I dati OCSE-PISA 2012;
40/13 I 100 anni del Cambridge English Language Assessment;
41/13 Dal Rapporto Censis 2013;
42/13 ISFOL: Manuale dello stage in Europa;
43/13 Notizie dalla Fidae;
44/13 Monitoraggio della qualità della Scuola cattolica 2013-2015;
45/13 Dote unica Lavoro 2013-2015: Occupati in Lombardia;
46/13 Bandiera della dis-Parità;
47/13 Per le scuole di Stato: Wireless nelle scuole, domande dal 6 al 16 dicembre 2013;
48/13 Scuola paritaria. Chi deve sostenere l’onere del sostegno?;
49/13 Scuola paritaria nega iscrizione a un disabile: per il Tar è discriminazione;
50/13 Il decalogo che rovescia la realtà;
51/13 Stato giuridico personale docente C999 e C555;
52/13 Ulteriori chiarimenti per i corsi di specializzazione per le attività di sostegno;
53/13 Materne paritarie schiacciate dalla Tares;
54/13 Conferenza stampa di presentazione del nuovo documento sulla scuola cattolica.
55/13 Istituti tecnici e professionali: riduzione orario scolastico, il Tar lazio accoglie il ricorso di Snals-Gonfsal
56/13 Firmato il decreto per l'erogazione dei fondi alle paritarie

Europa
Documenti prodotti da istituzioni intergovernative o ecclesiali o da strutture associative

1. QUESTIONI DECISIVE PER L'EUROPA

Alberto Campoleoni, in dialogo con Mons. Aldo Giordano, scrive il libro dal titolo: “Un’altra Europa è possibile. Ideali cristiani e prospettive per il Vecchio Continente”, San Paolo 2013.
Secondo gli autori sono 11 le questioni decisive per l’Europa.

Nella newsletter del mese di novembre erano riportate le tematiche: (1) Riduzione dello spazio e del tempo; (2) Identità e confini dell’Europa; (3) Problema della “polis” o casa comune; (4) Cristianesimo ed Europa.
In questa newsletter si riportano le tematiche: (5) Pluralismo religioso; (6) Libertà di religione; (7) Cultura europea e impronta del relativismo (8) Salvare la vita. 

2. OCSE-PISA 2012

A Roma, presso il MIUR, il 3 dicembre 2013, sono stati presentati i risultati dell’Indagine Ocse Pisa 2012 che misura le competenze dei quindicenni in matematica, scienze e lettura.
È la prima volta che l’Indagine Ocse viene presentata a Roma in contemporanea con il lancio internazionale.

L’Italia, spiega l’Ocse, ha risultati sotto la media ma è uno dei Paesi che registra i più notevoli progressi in matematica e scienze. “Non possiamo trascurare il fatto che l’Italia registri risultati inferiori alla media Ocse, tuttavia l’indagine rivela che siamo uno dei Paesi che ha registrato i maggiori progressi in matematica e scienze e questo deve essere da stimolo per continuare a lavorare per migliorare le performance dei nostri studenti", ha commentato il Ministro Maria Chiara Carrozza che ha voluto portare la presentazione dei dati al Miur.

Nella presente newsletter si allegano:

  • il Comunicato stampa del MIUR,
  • la Sintesi dei risultati per l’Italia,
  • le principali Conclusioni, il Testo completo (EN),
  • i principali Commenti riportati nelle Riviste e quelli delle Organizzazioni Sindacali.
  • una scheda scritta da Diesse 13/2013 “Indagine OCSE-PISA 2012: suggerimenti per l’Italia”
  • una scheda elaborata da Tuttoscula “Graduatorie riferite all’Italia”.

3. ESPERIENZE INTERNAZIONALI DI VALUTAZIONE DEI SISTEMI SCOLASTICI

Il 4 luglio è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Italiana n. 155 il D.P.R. 80 del 28 marzo 2013. Si tratta del "Regolamento sul sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione", licenziato dal CdM, dopo le dimissioni del governo, in data 8 marzo 2013.
Quattro sono gli aspetti del sistema di istruzione che sono tradizionalmente oggetto di valutazione: il sistema nel suo complesso, le singole scuole e i loro presidi, gli apprendimenti degli studenti, il personale scolastico e segnatamente gli insegnanti.
Nel DPR 80/2013 si prevede di valutare dei primi tre.

Tutte le indagini internazionali, invece, concordano nell’indicare la professionalità degli insegnanti come una determinante decisiva per la qualità dell’istruzione. Non a caso in ogni scuola si rilevano, quando avviene, risultati molto differenti pur in contesti ambientali simili. È quindi logico  auspicare che un passo ulteriore venga fatto, come del resto accade da tempo fuori dai nostri confini.

Nella presente newsletter si allega una scheda e i contributi di Poggi, Oliva e Sestito.

4. ESCO. LA CLASSIFICAZIONE EUROPEA DELLE COMPETENZE

Lo scorso 23 ottobre a Bruxelles durante la conferenza “ESCO goes live” è stato reso accessibile al pubblico il Portale ESCO, che propone la classificazione europea delle competenze, delle qualifiche e delle professioni, uno strumento utile alle istituzioni come ai cittadini.
ESCO diventa un linguaggio comune per facilitare la cooperazione e il dialogo tra il mondo dell’istruzione e della formazione e gli attori del mercato del lavoro.
La classificazione europea, accessibile on line, totalmente gratuita e presente in 25 lingue europee, contribuirà alle rilevanti iniziative della cooperazione europea in materia di istruzione e formazione, sostegno alla mobilità per motivi di studio e di lavoro, trasparenza di titoli e qualificazioni. L’obiettivo è aumentare la spendibilità delle competenze dei cittadini sul mercato del lavoro europeo e sostenere i processi di sostegno all’occupabilità ed alla crescita in un periodo di grave disagio economico e occupazionale rendendo possibile il matching tra competenze, qualificazioni e profili professionali. Il valore aggiunto dell’iniziativa ed il suo potenziale risiedono nella piena valorizzazione dello strumento all’interno dei sistemi nazionali. L’esistenza di strumenti di trasparenza di titoli e competenze quali Europass ed Ecvet, l’elevamento del grado di permeabilità dei sistemi nazionali di Istruzione e Formazione, attraverso la definizione del Quadro Europeo delle Qualificazioni (EQF), ha fornito un supporto operativo e di sistema a molte delle iniziative europee a sostegno dell’occupabilità e della mobilità dei cittadini europei. Per saperne di più si possono consultare i materiali informativi accessibili dal portale europeo: https://ec.europa.eu/esco/about-esco

Italia
Ordinamenti – Parità – Commenti

1. GOVERNO

1.1. La fiducia al governo Letta (11.12.2013)

L’11 dicembre 2013 il Governo Letta ottiene una nuova fiducia dalle Camere. I principali temi trattati nel suo intervento sono: “Impegno 2014”; “Per una democrazia più forte e solida: le riforme e la legge elettorale”; “L’Italia che si rialza: 5 obiettivi per il 2014”; “L’Italia deve fare la sua parte”.  
Il Presidente del Consiglio ha definito l’istruzione e la ricerca “priorità della sua azione di governo” e oggetto di specifici interventi nel 2014. Una scheda tratta da Diesse 14/2013 riassume e commenta questa priorità.

2. MIUR

2.1. Istituti tecnici e professionali: una nuova opzione

Con il decreto interministeriale MIUR/MEF del 7 ottobre 2013, è stata istituita un’ulteriore opzione, denominata “Tecnologie del legno”, nell’ambito dei percorsi degli istituti tecnici.
L’opzione “Tecnologie del legno” è stata collocata nell’indirizzo “Meccanica, meccatronica ed energia”, articolazione “Meccanica e meccatronica”.
Nella newsletter si allegano il testo del Decreto interministeriale che istituisce la nuova opzione, il Parere della Conferenza Stato – Regioni (Atti n. 43/CSR del 7 febbraio 2013) e una Scheda che illustra caratteristiche e vincoli della proposta.

2.2. Presentazione Istituti Tecnici Superiori (ITS)

A Verona, all’interno dell’evento Job&Orienta, il MIUR ha presentato la situazione degli ITS: il 59% di diplomati ai corsi degli ITS ha trovato subito lavoro. I frequentanti dei corsi sono oltre 5000, gli ITS 64 con 247 percorsi formativi avviati e 825 studenti già diplomati. Il sistema ITS è molto recente e si sta radicando nelle diverse aree del Paese con un ritmo diversificato.
Le Regioni che hanno attivato il maggior numero di corsi sono Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Lazio e Veneto. Spicca la Liguria che può vantare il numero più elevato di attività, grazie ai percorsi formativi organizzati dall’Accademia italiana della Marina Mercantile.

3. MLPS

3.1. Il PIANO GIOVANI: aggiornamenti

Nella newsletter di novembre 2013 sono stati riportati la Raccomandazione europea del 22 aprile 2013, il Comunicato Stampa e il Testo del Piano Giovani elaborato dalla Struttura di missione il 31 ottobre 2013. Come aggiornamento si allega una scheda curata da ISFOL.

3.2. Contratti di solidarietà espansivi: interpello al MLPS n. 28/2013

Con l’interpello n. 28/2013 del Ministero del Lavoro viene esaminato il tema della concessione del contributo erogato ai datori di lavoro per i contratti di solidarietà di tipo espansivo.
Tale interpello giunge in risposta al quesito presentato dall’Ordine dei Consulenti del Lavoro in merito alla concessione del contributo economico erogato a favore dei datori di lavoro che procedono alla riduzione stabile dell’orario lavorativo per i dipendenti in organico, aumentando contestualmente il numero dei posti di lavoro, considerati, dunque, “assunzioni in eccedenza”. La locuzione “assunzione in eccedenza” fa riferimento, dunque, ad un incremento complessivo superiore al numero ipotetico dei posti di lavoro strettamente correlati alla contrazione dell’orario di lavoro.
Viene chiarito dal Ministero del Lavoro che tale situazione - ovvero se le nuove assunzioni operate portano ad un incremento complessivo degli occupati superiore rispetto al numero ipotetico dei posti strettamente legati alla contrazione oraria - non rileva ai fini della fruizione del contributo previsto per il contratto di solidarietà espansivo. Pertanto, i datori di lavoro possono fruire delle agevolazioni economiche, ma solo per le assunzioni corrispondenti alla complessiva riduzione dell’orario di lavoro.  

3.3. Licenziamento disciplinare e diritto all'Aspi: interpello al MLPS n. 29/2013

Si riportano il commento e il testo all'interpello n. 29/2013.

4. COESIONE TERRITORIALE

4.1. Fondi UE 2014-2020: Trigilia illustra la bozza di accordo di partenariato

Il 10 dicembre 2013, presso la Sala Stampa della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministro per la Coesione territoriale, Carlo Trigilia, ha illustrato alla stampa i contenuti della bozza di accordo di partenariato per la nuova programmazione dei Fondi strutturali 2014-2020.
Questo documento è essenziale per l’avvio del nuovo ciclo. Esso contiene, infatti, l’impianto strategico e la selezione degli obiettivi tematici su cui si concentreranno gli interventi. Dopo le osservazioni della Commissione europea e quelle delle Amministrazioni centrali e regionali, delle rappresentanze dei Comuni e del Partenariato, il documento sarà rivisto e assumerà la forma definitiva.

Nella presente newsletter si allegano:

5. DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITA'

5.1. Linee guida per un'informazione rispettosa delle persone LGBT

La pubblicazione "Linee guida per un’informazione rispettosa delle persone LGBT" fa seguito al ciclo di seminari di formazione per giornalisti intitolati “L’orgoglio e i pregiudizi”, svoltisi nell’ottobre 2013 a Milano (15), Roma (16), Napoli (19 e Palermo (22), organizzati dall’UNAR in collaborazione con Redattore Sociale, con il patrocinio dell’Ordine nazionale dei giornalisti e della Federazione nazionale stampa italiana, delle amministrazioni comunali, degli Ordini regionali e dei sindacati dei giornalisti delle città ospitanti. I video dei quattro incontri sono disponibili su www.giornalisti.redattoresociale.it.
I seminari e le presenti linee guida sono stati realizzati nell’ambito del Progetto “LGBT Media and Communication”, finanziato dal Consiglio d’Europa, in attuazione del Programma “Combattere le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere”, in linea con la Raccomandazione CM/REC(2010)5.
L’Italia ha aderito, tramite il Dipartimento per le Pari Opportunità e l’UNAR, al Programma del Consiglio d’Europa, nel cui ambito è stata adottata la Strategia nazionale LGBT 2013–2015.

Nella presente newsletter si allegano:

  • il testo della Linea Guida
  • un commento al testo pubblicato in Avvenire del 17 dicembre 2013,
  • la presa di posizione di Marco Tarquinio, Direttore di Avvenire,
  • l’interpellanza presentata dai Senatori Ncd il 18 dicembre 2013.

6. CONFERENZA UNIFICATA; LG ORIENTAMENTO PERMANENTE

6.1. Definizione delle LG del sistema nazionale sull'orientamento permanente

Il 18 novembre 2013 è stato predisposto il documento finale sulla definizione delle Linee Guida sull’orientamento permanente.
Il documento è disponibile anche sul sito www.unificata.it con il codice sito: 4.2/2013/8.

Regioni
Documenti delle Regioni riguardo al sistema scolastico / formativo

1. POLITICHE REGIONALI IN MATERIA DI PARITA' SCOLASTICA

È nota e ampiamente documentata la dis-parità in Italia nel sistema educativo di istruzione e formazione rispetto alle scuole paritarie e alle istituzioni formative del privato sociale.

Nella presente newsletter si riportano due documenti che denunciano questa situazione:

  • la dis-parità in Italia (da Agesc, La bandiera della disparità, 2012);  
  • Schede aggiornate al mese di dicembre 2013 dal prof. Bruno Bordignon sulle politiche regionali in materia di parità scolastica;  
  • Schede aggiornate al mese di dicembre elaborate dalla Sede Nazionale CNOS-FAP.

2. LOMBARDIA: TORNA "GENERAZIONE WEB", PC E TABLET IN AULA

Gli studenti di altre 770 classi di circa 200 scuole lombarde, dal prossimo anno scolastico 2013-2014, potranno dire addio ai libri di carta e utilizzare manuali in formato digitale (gli e-book) che consulteranno tramite pc o tablet. Dopo il successo nell’anno scolastico 2012-2013 - con 331 scuole, 1.400 classi e 32.000 studenti coinvolti grazie a un investimento di 12,7 milioni – torna ‘Generazione Web’, l’iniziativa della Regione Lombardia che promuove l’adozione di tecnologie digitali nell’insegnamento.  
La Giunta della Regione Lombardia, su proposta dell’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea ha approvato infatti la delibera che rinnova per il prossimo anno scolastico ‘Generazione Web’ stanziando risorse per 8,2 milioni (7,7 milioni per l’acquisto delle strumentazioni e 500.000 euro per premiare le migliori iniziative progettuali).
"L’idea che sta alla base di ‘Generazione web’ – sottolinea l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea - è stimolare l’attuazione di una rivoluzione digitale nella didattica, favorendo l’integrazione tra strumenti tradizionali e nuove tecnologie, mediante forme di collaborazione tra docenti, studenti ed editori. Dopo il successo e i riscontri positivi del primo anno di iniziativa, abbiamo dunque deciso di proseguire lungo la strada dell’innovazione e della realizzazione della scuola digitale in Lombardia" (da Tuttoscuola, 13.12.2013)

 

SALESIANI PER IL LAVORO – onlus

Una proposta Salesiana per dare dignità e futuro! Senza lavoro non si può vivere...: persone - giovani e adulti - che sono in età lavorativa e versano in condizione di disagio sociale, attraverso i servizi dell'informazione, dell'orientamento, della formazione e dell'aggiornamento professionale.
Punta a favorire il loro inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro.
Per maggiori informazioni sulle attività della onlus si può consultare il sito
www.salesianiperillavoro.it

Aiutaci a dare di più a chi ha di meno!!