Newsletter n.9 - Dicembre 2011

Newsletter n. 9/2011 mercoledì 21 dicembre 2011
Se non riesci a visualizzare correttamente questa newsletter clicca qui

Vita dell'associazione CNOS/SCUOLA
Buone pratiche riguardanti la qualità della scuola cattolica e salesiana


7. Problemi di scuola

7.1.Reale e virtuale nel mondo scolastico

Un tema di grande importanza perché il virtuale attraversa la scuola e il suo vocabolario in più direzioni: il contributo su “Reale e virtuale a scuola tra apprendimento e didattiche” di Pier Cesare Rivoltella (tratto da Nuova Secondaria 3/2001).

7.2. Ripetenze in Italia e fuori

Le ripetenze, una soluzione che non migliora gli apprendimenti e ha costi elevatissimi.
Il dibattito sulla questione della ripetenza, della sua utilità o sua inutilità ai fini del miglioramento degli apprendimenti è tornato recentemente alla ribalta, sia attraverso precisi interventi di alcuni governi europei (v. Germania e Austria) sia attraverso indagini e rapporti internazionali e nazionali tra i quali Rapporto 2011 di Eurydice, Pisa 2009, Invalsi 2011.

Tiziana Pedrizzi ha fatto l’analisi di tutti i documenti e ha tratto alcune considerazioni (da Adi del 12 dicembre 2011).

8. 65° Assemblea FIDAE

Nei giorni 1 e 2 dicembre 2011 si è svolta a Roma la 65° Assemblea Nazionale Fidae dal titolo: “Tutti insieme in rete per una scuola cattolica più forte, più efficiente, di qualità”.
Dell’Assemblea si riportano: l’ordine del giorno, la Relazione del Presidente, gli interventi di Cangià, Cicatelli, Mons. Dal Covolo, Govi, Masi (1 – 2 dicembre 2011)

Rassegna
Temi tratti dalle principali riviste


9. RAPPORTI

L’Italia vista dai Rapporti: questo potrebbe essere il titolo della presente sezione. Vari, infatti, sono i Rapporti che vengono pubblicati nell’arco dell’anno e che, direttamente o indirettamente, invitano a riflettere sull’Italia in generale e sul sistema educativo di istruzione e formazione italiano in particolare.

O ttobre 2011

MIUR
L’integrazione scolastica degli alunni con disabilità nel sistema nazionale di istruzione. Dati statistici a.s. 2009/2010

L’analisi dei dati, la cui fonte principale è costituita dalle rilevazioni integrative per l’anno 2009/2010, costituisce il quadro quantitativo relativo alla presenza degli alunni con disabilità nel sistema nazionale di istruzione.

Ministero Salute
Il trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti - L.G. 21

Questa Linea Guida sui trattamenti di disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti si sviluppa all’interno del primo programma nazionale di ricerca sulla salute mentale nell’infanzia e nell’adolescenza, il Programma strategico Un approccio epidemiologico dai disturbi dello spettro autistico e rappresenta il primo documento di questo tipo prodotto dal Sistema nazionale per le linee guida nell’area della salute mentale dell’infanzia e dell’adolescenza.

Novembre 2011

MIUR-ISMU
Alunni con cittadinanza non italiana. Verso l’adolescenza. Rapporto nazionale a.s. 2010/2011

La pubblicazione si inserisce nell’ambito del “Protocollo d’intesa per la promozione di studi e ricerche finalizzati all’integrazione degli studenti stranieri e all’educazione interculturale, siglata il 5 settembre 2011 dal MIUR e dalla Fondazione ISMU. L’intesa si fonda, in particolare, sull’impegno a collaborare nell’elaborazione dei rapporti annuali sulla presenza e sugli esiti scolastici degli alunni con cittadinanza non italiana.

13° Rapporto del CSSC 2011
Scuola cattolica in Italia. L’impegno delle Chiese locali

Alcuni dati: 14.149 scuole dell’infanzia, 9.371: scuole paritarie o di ispirazione cristiana, 10.259: le paritarie nella scuola dell’infanzia, 1540 nella scuola primaria, 682 nella scuola secondaria di primo grado e 1.067 nella scuola secondaria di secondo grado. Sono solo alcuni dei dati contenuti nel 13° Rapporto della Scuola Cattolica presentato il 26 novembre 2011.

Fondazione Agnelli
Rapporto sulla scuola 2011 – Focus sulla scuola media

La scuola media è davvero l’anello debole della scuola italiana: è la tesi del Rapporto presentato il 29 novembre 2011 a Roma. Lo suggeriscono le rilevazioni internazionali, secondo le quali gli studenti italiani sono quelli che patiscono la più profonda flessione dei propri risultati di apprendimento nel passaggio dalle scuole elementari alla media, come pure la cattiva reputazione che la secondaria di primo grado oggi gode presso l’opinione pubblica, le famiglie e nello stesso mondo della scuola. Lo confermano nuove ricerche realizzate dalla Fondazione Agnelli e rese pubbliche nel suo Rapporto sulla scuola in Italia 2011. Il Rapporto sulla scuola in Italia 2011 è stato presentato il 29 novembre 2011 a Roma dal direttore della Fondazione, Andrea Gavosto, presso la sede degli Editori Laterza, per i cui tipi il volume sarà in libreria nel mese di dicembre.

Appuntamenti
Proposte di date e di eventi

Febbraio 2012
17/18.02.2012:
Consiglio Direttivo Nazionale del CNOS/Scuola e Giornata di Studio

Maggio 2012
11/12.05.2012:
Consiglio Direttivo Nazionale del CNOS/Scuola e Giornata di Studio

SERVIZIO QUESITI
E’ funzionante il servizio quesiti curato dal prof. don Bruno Bordignon.


Tutti possono rivolgersi a don Bruno Bordignon presentandogli “quesiti”

II suoi riferimenti:
Posta elettronica:

bordignon@ups.urbe.it
bbordignon@salesiani.it
Telefono: 06/87290554 – cell. 3351096004

Altri servizi

Ulteriori consulenze sono possibili presso Fidae e Agidae.

 

Il CNOS/Scuola augura
un felice e sereno Natale

Europa
Documenti prodotti da istituzioni intergovernative o ecclesiali o da strutture associative

1. 2012: Anno dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le nazioni

Il 2012 è stato proclamato “l’anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni”. La Rete europea che sta coordinando le attività è Age Platform.

In Italia, il Governo, attraverso il Dipartimento per le politiche della famiglia che è il coordinatore nazionale, ha elaborato un sussidio di carattere divulgativo.

La Commissione europea, il Comitato delle regioni e AGE Platform Europe hanno pubblicato un opuscolo che contiene esempi di progetti finanziati e una panoramica dei programmi di finanziamento che l’Ue impegna per la circostanza.

2. L'istruzione secondaria superiore in Europa
Organizzazione, curricoli, riforme in corso in Finlandia, Francia, Germania, Inghilterra, Spagna 2011

Offerta e organizzazione dell'istruzione secondaria di secondo grado in Finlandia, Francia, Germania, Inghilterra e Spagna.

Come contributo al dibattito politico nazionale, il Quaderno n. 27 di Eurydice offre un quadro comparativo su alcune esperienze europee allo scopo di mettere a confronto modelli, procedure e organizzazioni strutturali e curricolari riferite al livello di scuola secondaria superiore.

Con una ulteriore iniziativa Eurydice ha attivato Eurypedia sezione web che si propone di tenerci aggiornati in tempo reale sui 38 sistemi scolastici dei 27 paesi dell’UE. Il sito è in lingua inglese.
Per quanto il servizio sia ancora in costruzione è già possibile per molti paesi avere molte notizie soprattutto sui sistemi scolastici, i principi che li informano, il NQF, la governance ecc.

Già ci sono informazioni aggiornate per Francia, Cekia, Bulgaria, Regno Unito.
L’indirizzo web è http://eacea.ec.europa.eu/education/eurypedia.

Italia
Ordinamenti – Parità – Commenti

3. GOVERNO

3.1. Le “urgenze” per il nuovo Governo viste delle Regioni

Le Regioni chiedono al nuovo Governo di confrontarsi su “sette questioni”.

Sorprende l’assenza, nell'elenco, dell’urgenza di completare la riforma del sistema educativo di Istruzione e Formazione, soprattutto nella parte che è di competenza esclusiva delle Regioni.

4. MIUR

4.1. Il problema dell’ABILITAZIONE all’insegnamento: un quadro sommario

Di seguito si riportano i principali atti normativi:

  • Legge 244/2007: La legge 24 dicembre 2007, n. 244, all’articolo 2, comma 416, definisce la modalità per procedere nell’iter per la formazione iniziale e le modalità di reclutamento del personale docente;
  • Decreto 249/2010: Il 10 settembre 2010 il MIUR ha approvato il Decreto n. 249: Regolamento concernente “Definizione della disciplina dei requisiti e delle modalità della formazione iniziale degli insegnanti della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, ai sensi dell’articolo 2, comma 416, della legge 24 dicembre 2007, n. 244”.
  • D.M. 139/2011: Il 4 aprile 2011 il MIUR emana il D.M. n. 139: Attuazione DMN 10 settembre 2010, n. 249, recante regolamento concernente “Formazione iniziale degli insegnanti”.
  • Note esplicative: Seguono note del 29.04. 2011, prot. 1065 e Nota del 5.8.2011, n. 81.
  • Decreto Novembre 2011/primaria: Il decreto dell’11 novembre 2011 definisce le caratteristiche delle prove di accesso e delle modalità di svolgimento dei percorsi formativi di abilitazione per le scuole dell’infanzia e per la scuola materna.
  • Decreto Novembre 2011/Secondaria: Il decreto ministeriale dell’11 novembre 2011 definisce le modalità di svolgimento e le caratteristiche delle prove di accesso ai percorsi di tirocinio formativo attivo per i docenti di scuola secondaria di I e di II grado privi dell’abilitazione.

Fin qui la norma.
Alle norme seguono il dibattito e le varie prese di posizione: “TFA: Tutto da rifare?"

4.2. VALUTAZIONE e MERITO: il cammino e le prospettive

Al fine di individuare le linee strategiche per un sistema nazionale di valutazione e di miglioramento della qualità dell’istruzione (vedi legge 10/2011 e 98/2011), il MIUR nel 2011 ha avviato due sperimentazioni: (1) “Valorizza”, per premiare i docenti che si distinguono per un generale apprezzamento all’interno della scuola; (2) “VSQ”, valutazione per lo sviluppo della qualità delle scuole. L’Associazione TreeLLLe e la Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo, come centri di ricerca indipendenti, sono stati indicati dal MIUR – attraverso un apposito Protocollo – di elaborare un rapporto di ricerca sulla sperimentazione-pilota “Valorizza”. Il Rapporto di ricerca è stato presentato il 7 dicembre 2011 a Roma nell’ambito del Convegno MIUR.
Si allegano, nel presente notiziario, il Programma, la Lettera di Van Damme, il Rapporto Valorizza della Fondazione per la Scuola – Compagnia di San Paolo e e TreeLLLe, gli Allegati del Rapporto, la Sintesi del Rapporto.

Il progetto in prospettiva e un primo bilancio
Il Miur ha deciso di insistere sulla strada intrapresa e di replicare il progetto anche nel corrente anno scolastico. L’adesione al progetto da parte delle scuole (33 nel 2011) continuerà ad essere volontaria, si punterà a raddoppiare il numero delle scuole partecipanti e anche il ‘premio’ per gli insegnanti (due mensilità aggiuntive anziché una), estendendone l’erogazione a un triennio. L’idea è sempre quella di individuare e premiare economicamente gli insegnanti ritenuti migliori dalla convergente valutazione di studenti, genitori e colleghi.

Un’idea che coglie un aspetto chiave nell’ambito della valutazione del merito, ma che se non affiancata ad altri criteri ne può costituire, ad avviso di molti, anche il limite: con ogni probabilità gli insegnanti così selezionati sono effettivamente i migliori, ma lo sarebbero anche senza essere premiati, e non è che l’istituzione del premio migliori di per sé la qualità degli insegnanti. Essa, presa come unico criterio di valutazione, potrebbe anzi creare rancore e demotivazione tra i non premiati, oltre a porre i dirigenti scolastici di fronte a grandi difficoltà nell’assegnazione dei docenti alle classi.

4.3. Linee guida del triennio degli Istituti tecnici e professionali

Istituti Tecnici: Le linee guida definiscono il passaggio al nuovo ordinamento degli istituti tecnici a norma dell’articolo 8, comma 3, del Regolamento emanato con decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 88. Si allegano quelle del primo biennio e, non ancora approvate in via definitiva, quelle del triennio.

Istituti Professionali: Le linee guida definiscono il passaggio al nuovo ordinamento degli istituti professionali a norma dell’articolo 8, comma 6, del Regolamento emanato con decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 87. Si allegano quelle del primo biennio e, non ancora approvate in via definitiva, quelle del triennio.

4.4. ORIENTAMENTO 2011: le nuove priorità (Carta di Genova 17/11/2011)

Si è concluso con il varo della nuova Carta di Genova 2011 il Forum internazionale sull'Orientamento 2011. L'iniziativa, svoltasi il 16 e 17 novembre scorsi, è stata promossa dalla Regione Liguria e dalla IX Commissione, con il supporto di Tecnostruttura e con il contributo scientifico dell'Università di Genova e dell'Isfol.
La nuova Carta di Genova 2011 si pone l'obiettivo di rilanciare i contenuti, individuare le linee di governo per l'orientamento e le piste di lavoro per i prossimi anni, rilevando che l'orientamento rappresenta ormai una priorità presente in maniera costante nell'agenda sia comunitaria sia nazionale.

5. MLPS

5.1. Orientamento al lavoro – due stimoli

Il lavoro non cade dal cielo
Unioncamere ed Edizioni Sonda presenta la terza edizione de Il lavoro non cade dal cielo, la guida orientativa che propone a ragazzi e ragazze in età di diritto – dovere (14-18 anni), un percorso alla scoperta del mondo del lavoro, dei mestieri e della formazione professionale.
Arricchita di nuovi contenuti, la guida ricorre costantemente ai dati Excelsior rendendoli gradevoli e utili per facilitare le scelte dei ragazzi dopo la scuola secondaria di primo o di secondo grado.
E da quest’anno nuove informazioni con le ricerche di Censis, Isfol, Alma Mater, Istat e di importanti istituti internazionali, oltre a uno speciale approfondimento sulle competenze più richieste dalle imprese.

Il «pezzo di carta» giusto
Ai tanti giovani che guardano con un po' di apprensione al futuro chiedendosi «cosa fare da grande» val la pena di dire che il «pezzo di carta» era e resta la migliore assicurazione sul futuro.
A patto che si faccia la scelta giusta: nei rami economico-sociale o ingegneristico nel caso delle lauree, che insieme assorbono il 66% della domanda di «dottori», sia con esperienze di lavoro alle spalle che giovani neo-laureati. Oppure negli indirizzi amministrativo-commerciale o industriale nel caso dei diplomi (ricercati nel 54% dei casi di assunzioni di diplomati).
Sono queste alcune delle tendenze del mercato del lavoro evidenziate da Unioncamere e presentate a Job&Orienta di Verona (novembre 2011).

Regioni
Documenti delle Regioni riguardo al sistema scolastico / formativo

6. La sussidiarietà in Italia in materia di politica scolastica

Si propone, come contributo allo studio, una scheda aggiornata al 10 dicembre 2011 sulle principali azioni politiche delle Regioni in materia di politica scolastica: diritto allo studio e sussidi alle scuole paritarie.
La scheda è stata aggiornata dal prof. Bruno Bordignon.