Newsletter n.5 - Maggio 2011

Newsletter n. 5/2011venerdì 20 maggio 2011
Se non riesci a visualizzare correttamente questa newsletter clicca qui

Vita dell'associazione CNOS/SCUOLA
Buone pratiche riguardanti la qualità della scuola cattolica e salesiana


7. ICC – “Aprire spiragli di trascendenza” (d. Rossano Sala)

La relazione di don Rossano Sala dal titolo “Aprire spiragli di trascendenza” è stata tenuta nei giorni 7 e 8 maggio in occasione dell’incontro di formazione per dirigenti delle scuole salesiane promosso dalla ICC.

8. CNOS/Scuola

E’ tempo di valutazione. L’abbandono del voto e delle tradizionali pagello, avvenuto nel lontano 1979 con l’applicazione della legge 04/08/1977 n. 517, e l’introduzione di nuovi sistemi di valutazione, che hanno poi subito nel tempo vari aggiornamenti e modifiche, consigliano un approccio circa i risvolti che hanno influito sull’impostazione e sulla finalità della scuola.

Ora il ritorno al voto, reintrodotto con D. M. del 28 agosto 2008, non annulla l’impostazione di una riflessione sulla valutazione in generale della scuola, ma la rende ancora più necessaria, sia a livello interno della singola scuola che a livello esterno, di sistema nazionale di istruzione.

Al termine di un percorso formativo sulla valutazione che sarà riassunto in una specifica pubblicazione, si propone, al momento, un contributo del prof. Mario Castoldi, il medesimo autore che ha curato il percorso formativo sulla valutazione. Il testo riportato è stato pubblicato in Rivista dell’istruzione 1/2011.

Rassegna
Temi tratti dalle principali riviste


9. AGIDAE – “... Non abbiate paura!”

E’ il titolo del Convegno nazionale di studio e dell’Assemblea ordinaria annuale dell’Agidae tenutasi a Roma il 30 aprile 2011.
Del Convegno, nel presente notiziario, si allegano le relazioni:
a. del prof. L. Salutati
“Il lavoro umano nel Manifesto di GP II”;
b. dell’avv. A. Montemarano
“La giurisprudenza recente in tema di modelli organizzativi: le responsabilità amministrative e civili degni enti per gli atti del personale laico e religioso”.

10. CSSC: “Dare nuovo slancio al progetto educativo di scuola cattolica”

Il CSSC ha organizzato, il 5 maggio 2011, un seminario di studio dal titolo “Dare nuovo slancio al progetto educativo di scuola cattolica”.

Del seminario si riporta la relazione di S. E. Mons. Mariano Crociata “Il contributo della scuola cattolica all’educazione scolastica e formativa alla luce degli orientamenti pastorali”.

11. Tuttoscuola – La “Dis-parità” (un contributo di Orazio Niceforo)

Un testo interessante, scritto da una prospettiva "laica" senza pregiudiziali preclusive ideologiche sulla parità.

12. AICA – Formazione e certificazione informatica nelle scuole secondarie di 2°

L’allegato contiene i risultati dell’indagine 2010 (anno scolastico 2008 – 2009). Gli argomenti trattati sono: le caratteristiche generali delle scuole, le scuole la formazione informatica, le scuole e le certificazioni informatiche.

Appuntamenti
Proposte di date e di eventi

Novembre 2011
04–06 novembre 2011:
Corso formazione Catechisti scuola e FP salesiana (c/o Salesianum della Pisana)

Dicembre 2011
01 –02 dicembre 2011:
Partecipazione all’Assemblea FIDAE
02 –03 dicembre 2011:
CD e Assemblea elettiva CNOS/Scuola

Febbraio 2012
17 – 18 febbraio 2012:
Consiglio Direttivo CNOS/Scuola

Maggio 2012
11 – 12 maggio 2012:
Consiglio Direttivo CNOS/Scuola

SERVIZIO QUESITI
E’ funzionante il servizio quesiti curato dal prof. don Bruno Bordignon.


Tutti possono rivolgersi a don Bruno Bordignon presentandogli “quesiti”

II suoi riferimenti:
Posta elettronica:
bordignon@ups.urbe.it
bbordignon@salesiani.it
Telefono: 06/87290554 – cell. 3351096004

Altri servizi

Ulteriori consulenze sono possibili presso Fidae e Agidae.

 

Europa
Documenti prodotti da istituzioni intergovernative o ecclesiali o da strutture associative

1. Rapporto UE sull'educazione (Bruxelles 19 aprile 2011)

Nell'ultimo decennio i sistemi educativi dei paesi dell'UE hanno registrato miglioramenti, ma hanno raggiunto soltanto uno dei cinque benchmark fissati per il 2010, come risulta dal nuovo Rapporto della Commissione europea sui progressi compiuti nel campo dell'istruzione e della formazione recentemente pubblicato.

Il Rapporto sull’educazione riporta la situazione di tutti i Paesi membri sui seguenti indicatori: (1) partecipazione pre-scolastica; (2) lettura – matematica e scienze; (3) dispersione scolastica; (4) istruzione secondaria superiore; (5) laureati in matematica, scienze e tecnologia; (6) istruzione terziaria; (7) apprendimento permanente.

Si tratta di uno strumento utile per conoscere soprattutto la situazione dell’Italia in rapporto agli altri paesi europei.

2. Comunicato di BRUGES sulla cooperazione europea nell’IeFP 2011 – 2020

In una fase in cui l’Unione Europea arranca sulla crescita e sullo sviluppo, a Bruges tutti i Ministri coinvolti nelle politiche di Istruzione e Formazione, con l’assenso delle organizzazioni sindacali e imprenditoriali europee, hanno prodotto un ampio documento che indica le linee portanti delle politiche europee sulla formazione per tutto l’arco della vita.

Il Comunicato di Bruges tradotto in italiano riporta, in maniera schematica, gli obiettivi strategici 2011 – 2020 e gli obiettivi a breve termine 2011 – 2014 (fonte: sito della CGIL).

Italia
Ordinamenti – Parità – Commenti

3. GOVERNO

3.1. Federalismo fiscale

Numerosi sono gli strumenti che di tanto in tanto vengono pubblicati per orientare il cittadino sul complesso iter della riforma del federalismo fiscale.

In questo notiziario si riportano allo scopo alcuni documenti:

  • una tabella sui provvedimenti riporta lo stato dell’arte del complesso itinerario di riforma: quelli comparsi in G.U. e quelli ancora da perfezionare;
  • un dossier legislativo, pubblicato nella sezione “InParlamento” del sito delle Regioni, riporta i decreti attuativi approvati in via definitiva (aggiornato a maggio 2011);
  • il testo definitivo del D. Lgs. 6 maggio 2001, n. 68, riportato in G.U. il 12 maggio 2011, non riportato nel dossier legislativo riportato sopra;
  • due articoli tratti da Aggiornamenti Sociali riassumono ed offrono una prima valutazione della riforma: Federalismo fiscale: quale progetto in cantiere? (4/2011) e Verso un minifederalismo (5/2011) curati da Floriana Cerniglia;
  • un articolo del prof. Giulio Salerno pubblicato su Rassegna CNOS (1/2011) propone una prima lettura globale della riforma.

3.2. Conferenza della Repubblica: Dossier

Si offre un aggiornarnemento sullo stato dell'arte del riordino dei rapporti tra lo Stato e le Regioni.
La Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha predisposto un dossier concernente la riforma del sistema delle Conferenze.
Il Dossier contiene: (1) il disegno di legge delega approvato dal Consiglio dei Ministri il 18 febbraio 2011; (2) i documenti approvati dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome; (3) una raccolta della principale normativa.

3. 3. Piano nazionale per l’infanzia

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 106 del 9 maggio 2011 il terzo Piano biennale nazionale per l’infanzia, che contiene le linee strategiche fondamentali e gli impegni concreti che il Governo intende perseguire per sviluppare un’adeguata politica per l'infanzia e l'adolescenza e stabilisce le priorità fra i programmi riferiti ai minori, rafforza la cooperazione per lo sviluppo dell'infanzia nel mondo, le forme di potenziamento e di coordinamento fra le pubbliche amministrazioni, le regioni e gli enti locali, individua le modalità di finanziamento degli interventi previsti.

Questo Terzo Piano di azione per l'infanzia viene emanato nel ventesimo anno di vigenza della Convenzione internazionale sui diritti del fanciullo, punto di arrivo di un cammino iniziato agli inizi del secolo scorso con i primi riconoscimenti dei diritti umani e di cittadinanza al bambino.

Nel presente notiziario si riportano: (a) la “Presentazione del 3 Piano biennale” (a cura del Governo); (b) uno studio dal titolo “Riforma legislativa e attuazione della convenzione sui diritti dell’infanzia”, il risultato di diversi anni di ricerca, di collaborazioni e di consultazioni; (c) il volume “La condizione dell’infanzia nel mondo 2011”, realizzato da dall’UNICEF.

4. MIUR

4.1. Formazione iniziale degli insegnanti (decreto n. 139 del 4 aprile 2011)

Il Ministro Gelmini emana il primo decreto sulla Formazione iniziale degli insegnati con il quale si danno indicazioni sull’attivazione dei corsi presso le Università.

Il Decreto (in attesa di registrazione), fornisce indicazioni alle Università per l’attivazione dei percorsi finalizzati alla formazione iniziale degli insegnanti ed in particolare al possibilità di attivare:

  • la Laurea magistrale a ciclo unico per la scuola primaria e dell’infanzia;
  • le Lauree magistrali per la scuola secondaria di I grado;
  • il Tirocinio Formativo Attivo (TFA) per al scuola secondaria di I e II grado;
  • i corsi per il conseguimento della specializzazione di sostegno destinati al personale già abilitato;
  • i corsi di perfezionamento per l’insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera (CLIL);
  • i corsi speciali per la scuola primaria e dell’infanzia destinati ai docenti diplomati entro il 2001/2002.

Nel Decreto sono indicate le procedure e i vincoli da rispettare per le attivazioni nella fase transitoria fino alla messa a regime dei percorsi che sarà definita dal Ministro su proposta dell’ANVUR.

Nel presente notiziario si riportano: (a) il testo del Regolamento n. 249/2010; (b) il testo del Decreto n. 139/2011; (c) una proposta di valutazione del provvedimento tratta da Nuova Secondaria, autori Corsi, Luzzatto, Xodo, Gobber, Zanniello.

4.2. Progetto Wi-Fi nelle scuole “statali” e – dopo rimostranze – anche “paritarie”

È partita il 9 maggio l'iniziativa "Scuole in Wi-Fi", che mira a realizzare reti di connettività senza fili negli istituti scolastici italiani per offrire servizi innovativi, sia di tipo didattico sia amministrativo.
L'iniziativa rappresenta un tassello del più ampio progetto di digitalizzazione "Scuola Mia", presentato nell'aprile scorso dai ministri Brunetta e Gelmini, che prevede, oltre all'introduzione delle reti wi-fi, altre novità come le pagelle digitali, la posta elettronica certificata, le iscrizioni e i pagamenti online. Le istituzioni scolastiche possono presentare la domanda per la fornitura del kit WiFi fino alle ore 24 del 15 luglio 2011.

Nel presente notiziario si allegano una Scheda che contiene la Presentazione del progetto Wi-Fi, il glossario e la presentazione del progetto ScuolaMia e il testo dell’Avviso relativo alla fornitura di una dotazione standard di tecnologie e servizi.

Una rimostranza portata avanti dai rappresentanti delle scuole paritarie ha fatto sì che il progetto coinvolga anche alle scuole paritarie.

4. 3. Titoli di studio conseguiti all’estero

Alle numerose richieste di chiarimento sulle modalità di applicazione delle norme relative al riconoscimento di titoli di studio e certificazioni straniere risponde il MIUR con una corposa circolare (prot. 2787/R.U./U) che analizza le diverse casistiche al fine di offrire un quadro puntuale della attuale normativa in materia.

4.4. Libri di testo

Il MIUR, con il Decreto ministeriale n. 43 del 10 maggio 2011, ha emanato orientamenti circa l’adozione dei libri di testo. Nel notiziario si riportano il testo del Decreto e gli Allegati (1; 2; 3).

4.5. 2° Rapporto sulla qualità nella scuola (Tuttoscuola)

Il 5 maggio 2011, Tuttoscuola ha proposto, a 4 anni di distanza dal 1° Rapporto del 2007, il 2° Rapporto sullo stato di salute della scuola italiana che definisce una graduatoria delle province (e delle regioni) per la qualità del sistema di istruzione.

Il Rapporto costituisce un ricco repertorio dei principali indicatori del sistema scolastico italiano. Decine di migliaia di dati a disposizione, tutti ripartiti per provincia e aggregati per regione e area territoriale, per soddisfare curiosità ed esigenze di informazione su moltissimi aspetti caratterizzanti la qualità della scuola italiana.
La graduatoria è consentita dall’analisi dei 96 indicatori utilizzati nel Rapporto 2011 e dalla comparazione, in particolare, dei 56 compresi anche nella prima edizione del Rapporto.

Attraverso il Rapporto è dunque possibile rispondere alle domande: qual è la provincia italiana nella quale la scuola funziona meglio? E la regione?

4.6. XIII Rapporto Almalaurea sulla condizione occupazionale dei laureati

Si allega la presentazione del Rapporto AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati italiani (Sintesi), una ricerca che ha coinvolto 400 mila laureati. Si tratta di laureati del 2009 intervistati nel 2010, a un anno dal conseguimento del titolo.

Il Rapporto è stato discusso a Bologna il 10 e l’11 marzo 2010 alla Conferenza internazionale “Capitale umano e occupazione nell’area europea e mediterranea”.

5. MLPS

5.1. L’Apprendistato che verrà

Il Consiglio dei Ministri, nel corso della seduta del 5 maggio 2011, su proposta del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Maurizio Sacconi, ha approvato uno schema di decreto legislativo che attua la delega conferita al Governo dalla legge in materia di previdenza, lavoro e competitività per favorire la crescita (Legge n. 247 del 2007), disciplinando l’apprendistato quale contratto di lavoro a tempo indeterminato, finalizzato all’occupazione e alla formazione dei giovani.

Il decreto, in particolare, prevede la definizione di tre tipologie di contratto:

  • l’apprendistato per la qualifica professionale, rivolto ai giovanissimi a partire dai 15 anni di età;
  • l’apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere, rivolto ai giovani di età compresa fra i 18 e i 29 anni che devono completare il loro iter formativo e professionale;
  • l’apprendistato di alta formazione e ricerca, rivolto a coloro che aspirano ad un più alto livello di formazione, nel campo della ricerca, del dottorato e del praticantato in studi professionali.

Sul testo, già presentato dal Ministro alle Parti Sociali, verrà in seguito sancita l’intesa in Conferenza Stato-Regioni e acquisito il parere delle Commissioni parlamentari.

Regioni
Documenti delle Regioni riguardo al sistema scolastico / formativo

6. CNOS/Scuola: l’offerta scolastica salesiana in Italia

L’Associazione CNOS/Scuola ha pubblicato la prima edizione dell’Offerta scolastica salesiana in Italia (Anno 2010/2011): 25.122 allievi, 2.201 docenti, 106 indirizzi scolastici - tra scuole dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado - che vanno da quelli liceali ai tecnici e professionali. Questi sono solo alcuni dei numerosi dati contenuti nella pubblicazione recentemente editata.

Il testo esce quando in Italia si avvia la “Nuova Scuola Secondaria Superiore". Una coincidenza che permette all’Associazione di socializzare anche le scelte che le varie istituzioni scolastiche salesiane stanno compiendo per inserirsi nel processo di riordino del secondo ciclo.