Logo CNOS/Scuola

Questa newsletter è una pubblicazione a cura
della Sede Nazionale CNOS/SCUOLA

 

Con questo numero si conclude il servizio delle informazioni prima della pausa estiva.

Con l’occasione la Sede Nazionale augura a tutti buone vacanze.

Il notiziario riprenderà nel mese di ottobre.

 

EUROPA
ITALIA
REGIONI
RASSEGNA

Vita dell'Associazione CNOS/Scuola

News recenti sulla scuola - Giugno-Luglio 2018

Il prof. don Bruno Bordignon cura “Informazioni CIOFS e CNOS/Scuola”, notizie che vengono inviate direttamente alle istituzioni scolastiche in forma ricorrente (Info Giugno-Luglio 2018).

Appuntamenti

Proposte di date e di eventi 

Ottobre 2018
19-20  Consiglio Direttivo CNOS/Scuola 

Marzo 2019
16 Consiglio Direttivo CNOS/Scuola

Maggio 2019
17-18 Consiglio Direttivo/Assemblea CNOS/Scuola

SERVIZIO QUESITI

E’ funzionante il servizio quesiti curato dal prof. don Bruno Bordignon.
Tutti possono rivolgersi a don Bruno Bordignon presentandogli “quesiti”
I suoi riferimenti
Posta elettronica: bordignon@unisal.it
bbordignon@salesiani.it
Telefono: 06/87290554 –
cell. 3351096004

Altri servizi

Ulteriori consulenze sono possibili presso Fidae e Agidae nelle modalità proposte dalle due Associazioni.

RINNOVO DEL CCNL-SCUOLA

I testi della trattativa

1. Contratto Collettivo Nazionale Lavoro - Agidae 2016-2018

Il giorno 7 luglio 2016, in Roma, presso la Sede Nazionale dell’AGIDAE, in Via Vincenzo Bellini 10, dopo la sigla dell’Ipotesi di Accordo del 13 aprile 2016, tra l’AGIDAE e le OO.SS. è stato stipulato il seguente Contratto Collettivo Nazionale che disciplina il trattamento normativo ed economico per il personale direttivo, docente, amministrativo, tecnico ed ausiliario occupato negli Istituti aderenti all’AGIDAE. Il Contratto si compone di 3 parti tra loro inscindibili: Parte prima: il sistema delle relazioni sindacali; Parte seconda: la disciplina del rapporto di lavoro; Parte terza: allegati. Nella Rivista AGIDAE n. 3-4 il presidente AGIDAE presenta, nell’editoriale, il nuovo CCNL-AGIDAE 2016 – 2018.  

2. Rapporti di collaborazione coordinata e continuativa nelle istituzioni AGIDAE-CCNL-Scuola

Il 13 aprile 2016 le parti – AGIDAE e FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, Snals COnfsal, Sinasca – firmano il documento che disciplina i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa. 

3. Verbale di accordo: assistenza sanitaria integrativa (ASI)

Il 7 luglio 2016 le parti si accordano per l’avvio del nuovo sistema ASI

4. FISM: firmato il contratto collettivo nazionale (1.1.2016-31.12.2018)

Il 12 dicembre 2016 è stato firmato il Il 22 settembre 2017 è stato firmato il CCNL Università Pontificie e Facoltà Ecclesiastiche

5. Firmato il CCNL Università Pontificie e Facoltà Ecclesiastiche (2017 -2020) 

Il 22 settembre 2017 è stato firmato il CCNL Università Pontificie e Facoltà Ecclesiastiche

6. Aggiornamenti 

6.1. Studio Montemarano - Luglio 2018 
 

6.2. 6 giugno 2018: Educazione fisica - scuola non responsabile per l'errata ricezione della schiacciata

Si allega una scheda e la sentenza

6.3. Il Ministero paga i danni per l'affissione nella scuola di dati sanitari del minore di Paola Rossi 27.06.2018

Si allega una scheda di Scuola24

6.4. Gip: il tono alterato con gli studenti è un mezzo lecito di correzione 

Si allega il dispositivo

6.5. Privacy

Come noto, il 25 maggio 2018 entra in vigore il nuovo Regolamento UE per il trattamento dei dati personali. 

Agidae ha ufficializzato il comunicato “La nuova privacy negli Istituti Agidae”, che si allega. 

 

Europa

Ordinamento - Dibattito - Progetti

1. DUE RACCOMANDAZIONI ADOTTATE DAL CONSIGLIO DELL’UE IL 22.05.2018 

Il 22 maggio 2018 il Consiglio dell’Unione europea, accogliendo la proposta avanzata il 17 gennaio 2018 dalla Commissione europea, ha varato la Raccomandazione relativa alle competenze chiave per l'apprendimento permanente inclusivo dell’Allegato Quadro di riferimento europeo. Questa Raccomandazione sostituisce la Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006 e relativo Allegato sullo stesso tema. 

Nello stesso giorno, e sempre sulla base di un’altra proposta della Commissione di pari data, il Consiglio ha adottato, a completamento e rafforzamento della prima, la Raccomandazione sulla promozione di valori comuni, di un'istruzione inclusiva e della dimensione europea dell'insegnamento

Si allegano una scheda che illustra le due Raccomandazioni (a cura del CNOS-FAP) e un commento di G. Mariani (Disal) sulla prima e sulla seconda Raccomandazione.

Per un approfondimento si suggerisce la lettura di  ALLULLI G., Europa 2020. Una bussola per orientarsi (ottobre 2017) 

 

2. FONDI PON: VIA LIBERA PER LE SCUOLE PARITARIE   

«Dopo un anno e mezzo di pressing, ce l'abbiamo fatta: la Commissione europea ha comunicato il via libera alla partecipazione delle scuole paritarie ai bandi finanziati con i fondi Pon. Ora aspettiamo la lettera formale, ma il più è fatto» (Avvenire 6 giugno 2018). È soddisfatto, l'ex sottosegretario al Miur, ora deputato di Civica Popolare, Gabriele Toccafondi, che, come ultimo atto ufficiale negli uffici di viale Trastevere, ha ricevuto la tanto attesa comunicazione da Bruxelles.

Si fa presente che la Legge di Bilancio 2018 (L. 205/2017) apre anche alle istituzioni formative accreditate la possibilità di accedere al PON scuola “Per la scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento 2014-2020”. 

Nel file allegato si possono leggere alcune informazioni recenti. 

 

3. EURYDICE: IL CAPO DI ISTITUTO IN EUROPA 

Il presente quaderno intende offrire una panoramica sintetica su quelle che sono le principali caratteristiche della figura del capo di istituto in Europa.

La prima parte del volume accoglie la traduzione parziale dello studio della rete Eurydice “Cifre chiave sugli insegnanti e i capi di istituto in Europa 2012” e del rapporto “Teachers’ and school heads’ salaries 2015/2016”, dai quali sono stati estrapolati i paragrafi dedicati al capo di istituto.

La seconda parte consta delle schede descrittive di cinque paesi europei (Finlandia, Francia, Germania, Inghilterra e Spagna), nelle quali la figura del capo di istituto è illustrata inserendola nel contesto nazionale di riferimento per la gestione e amministrazione degli istituti scolatici. All’interno delle schede è inoltre fornito il dettaglio sulle modalità di reclutamento del capo di istituto e sulle principali caratteristiche contrattuali che ne definiscono le condizioni di lavoro. La scelta dei cinque paesi è avvenuta tenendo conto del generale maggiore interesse dell’utenza per questi paesi, nonché della possibilità di descrivere realtà diversificate dal punto di vista della distribuzione delle responsabilità – gestione centralizzata o decentralizzata delle scuole – e da quello delle modalità di reclutamento o delle caratteristiche contrattuali.

In allegato Eurydice Italia: Il capo di Istituto in Europa (maggio 2018) 

 

4. CEDEFOP: PUBBLICAZIONI RECENTI 

Il Cedefop 

- pubblica un approfondimento relativo al ruolo svolto dalla formazione professionale nel reinserimento lavorativo dei disoccupati di lungo periodo: “From long-term unemployment to a matching job” (2018); 

- propone un archivio di informazioni e strumenti riguardante le caratteristiche e le modalità attuative dell’apprendistato nei Paesi dell’Unione Europea: 

"European database on apprenticeship scheme"

- mette a disposizione l’approfondimento sul sistema VET italiano compilato dal Cedefop: “Spotlight on VET Italia” (2018);

- pubblica il terzo volume riguardante la ricerca sui sistemi VET europei dedicato in particolare alla loro reattività rispetto ai cambiamenti demografici, tecnologici ed economici: “The changing nature and role of VET (2016-18)” (2018). 

 

5. MIGRANTI: CONCLUSIONI DEL CONSIGLIO EUROPEO DEL 28 GIUGNO 2018

La rivista VITA del 5 luglio 2018 propone quanto il Consiglio Europeo ha concordato il 28 giugno 2018.

Si allegano le Conclusioni del Consiglio Europeo del 28 giugno 2018

 

6. ISPI: DUE VOLUMI RECENTI

L’ISPI è fondato nel 1934. L’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale è oggi riconosciuto tra i più prestigiosi osservatori dedicati allo studio delle dinamiche internazionali.

Nella presente newsletter si propongono due pubblicazioni recenti:

L’idea di questo volume, prodotto con il contributo del Comune di Milano, è nata osservando quanto la città di Milano ha già fatto negli ultimi anni sul fronte dell’integrazione, è una sfida non solo italiana.

Il rapporto ha il merito di offrire per la prima volta un’indagine sistematica e approfondita dei profili individuali dei foreign fighters d’Italia, sulla base di informazioni fornite in esclusiva dal Ministero dell’Interno e dalla Polizia di Stato in un esempio virtuoso di collaborazione tra Autorità pubbliche e mondo della ricerca.

 

7. DODICI DOMANDE SUL FUTURO DELL’EUROPA
    PARTE LA CONSULTAZIONE ONLINE DEI CITTADINI ORGANIZZATA DALLA COMMISSIONE 

 

Il 9 maggio 2018, Giornata dell’Europa, la Commissione europea ha dato il via a una consultazione pubblica online in cui chiede a tutti gli europei di indicare la direzione per l’Unione europea del futuro. 

La consultazione s'iscrive nel più ampio dibattito sul futuro dell'Europa avviato con il Libro bianco della Commissione il 10 marzo 2017 e, unica nel suo genere, è stata preparata da un gruppo di 96 europei provenienti da 27 Stati membri i quali hanno deciso insieme che cosa chiedere ai loro concittadini.

Si allega una scheda informativa a cura del CNOS-FAP

 

 

Italia

Ordinamenti – Dibattito – Progetti

1. DOPO LE ELEZIONI DEL 4 MARZO 2018: I PRIMI PASSI

Una rassegna dei principali programmi presentati dai partiti o dalle coalizioni si trova nella newsletter di febbraio 2018

Un commento sui principali programmi si potrà leggere nell’Editoriale della Rivista Rassegna CNOS (2/2018).

  •  Presidenti di Camera e Senato

              Il 24.03.2018 Maria Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico sono stati eletti presidenti del Senato e della Camera, rispettivamente al terzo e al quarto tentativo.

  • Commissione speciale per esame atti urgenti del Governo

              Il 4 aprile 2018, la Commissione speciale ha proceduto all'elezione del suo Ufficio di presidenza. 

             Sono risultati eletti: Presidente, il senatore Vito Crimi; Vice Presidenti, i senatori Erica Rivolta e Giacomo Caliendo; Segretari, i senatori Simona Malpezzi e                                   Giovanbattista Fazzolari.

  • Costituzione del 1° Governo della XVIII Legislatura

             Il 1 giugno 2018 è stato costituito il nuovo Governo: 

            Presidente del Consiglio dei Ministri: Giuseppe Conte,

            Vice Presidenti: Luigi Di Maio Matteo Salvini          

Ministri

- Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca: Marco Busetti 

- Ministero dello Sviluppo Economico e del Lavoro e delle Politiche Sociali: Luigi Di Maio

In allegato si propone una scheda contenente la composizione del Governo e delle Commissioni Istruzione e Lavoro di Camera e Senato.

 

2. GOVERNO

2.1. Fiducia al Governo Conte

Il premier Giuseppe Conte incassa la fiducia del Senato con 171 voti favorevoli, dieci in più rispetto alla soglia minima per la maggioranza (5 Giugno 2018). 

Nella replica alla Camera il Governo ha ottenuto 350 sì da M5s e Lega, 236 no di Pd e Forza Italia e 35 astenuti di Fratelli d’Italia.

Il governo è nato sulla base di un Contratto sottoscritto dal signor Luigi Di Maio, Capo Politico del Movimento 5 Stelle e dal signor Matteo Salvini, Segretario Federale della Lega; il testo è stato diffuso il 18 maggio 2018. 

Si allegano i commenti di Avvenire, Corriere della Sera, Il Sole 24 ore, Il Sussidiario, Italia oggi, Tuttoscuola, Vita, Aggiornamenti sociali, Federalismi.  

 

2.2. Parlamento

Sono passati più di 100 giorni (108 per l’esattezza) dall’inizio della XVIII legislatura. Il Parlamento, fin qui, non si è distinto per produttività complice anche lo stallo nella formazione del governo (nel pieno delle sue funzioni soltanto dal 1° giugno).

Quanti sono i disegni di legge sulla scuola presentati alle due Camere dal 23 marzo ad oggi?

Vediamoli ad uno ad uno con riferimenti ai link ufficiali delle due Camere e a Open Parlamento.

Allegato 

Scheda contenente i 10 disegni di legge con i relativi link 

       

3. MIUR

3.1. Intervista al Ministro Marco Bussetti

Il 25 giugno 2018 il Ministro rilascia una intervista a Il Sole 24 ore

Il 4 luglio 2018 il Ministro rilascia una intervista ad Avvenire

 

3.2. Rapporto Nazionale

Il MIUR ha presentato il 6 giugno 2018 dati tratti dal Rapporto prove INVALSI 2018. 

Si allegano: 

a. Il testo del Rapporto prove Invalsi 2018 (6 luglio 2018)

b. Commenti tratti da Scuola 24 del 6 luglio 2018)

c. Commento tratto da Scuola7 del 9 luglio 2018   

 

3.3. Un Dossier sulle prime politiche scolastiche

Nei mesi di giugno/luglio 2018 Tuttoscuola ha monitorato le prime scelte del Governo e del Ministro in materia di politica scolastica: Governo giallo-verde al via: le prime considerazioni; Le prime questioni sul tavolo del Ministro Bussetti; Notizie buone e meno buone della scuola; Una scuola a due velocità?; Chiamata diretta addio.  

Nel medesimo mese di giugno 2018 Scuola 7 ha monitorato le prime scelte del Governo e del Ministro 

 

3.4. Riforma dell'Istruzione Professionale

Una scheda riporta lo stato dell’arte della riforma aggiornata a maggio 2018. 

Si allegano una nota del Miur del 14 giugno 2018: "Nuovi percorsi di IP" e un commento di A. Di Filippo (Scuola 24 del 22 giugno 2018) 

 

3.5. Alternanza Scuola - Lavoro

Il 30 giugno 2018 ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro) e Fondazione Consulenti per il Lavoro hanno sottoscritto un protocollo di Intesa: “Rafforzare il rapporto tra scuola e mondo del lavoro”. 

Sul tema, oggetto del Protocollo, è utile leggere il documento della CGIL “Le Linee guida della CGIL sull’alternanza scuola lavoro” (del 13 febbraio 2018). 

 

3.6. Riforma dell'Istruzione Professionale

Si allega una breve guida curata da Orizzonte Scuola. 

Si riportano, in ordine cronologico, alcune pubblicazioni recenti del MIUR di particolare interesse: 

a. 22.06.2018: Esiti dell’esame di Stato e degli scrutini nella scuola secondaria di I grado (A.S. 2016/2017 – giugno 2018); 

b. 13.06.2018: Focus “Risultati a distanza: inserimento nel mondo del lavoro dei diplomati” (giugno 2018); 

c. 05.06.2018: Focus “Esiti degli esami di stato nella scuola secondaria di II grado” (A.S. 2016/2017 - giugno 2018);  

d. 27.05.2018: Focus “Alternanza scuola-lavoro” (A.S. 2016/2017 - maggio 2018)  

 
 

4. MLPS

4.1. Riparto delle risorse finanziarie alle Regioni

Il decreto 5/2018:

Ripartizione delle risorse relative all’annualità 2017 per il finanziamento delle attività di formazione nell’esercizio dell’apprendistato

Con riferimento all’annualità 2017, sono destinati, ai sensi dell’art. 22 comma 2 della Legge 12 novembre 2011, n. 183 euro 15.000.000,00 per il finanziamento delle attività di formazione nell’esercizio dell’apprendistato. 

Le risorse vengono ripartite tra le regioni e le province autonome di Bolzano e Trento per il 60% sulla base degli apprendisti assunti e per il 40% sulla base degli apprendisti formati, entrambi calcolati sulla media nel triennio 2014-2016 e prevedendo un limite minimo per ciascuna Amministrazione pari a euro 77.400,00 (cfr. Tabella 1). 

Il Decreto 6/2018

Ripartizione delle risorse relative all’annualità 2017 per il finanziamento dei percorsi finalizzati all’assolvimento del diritto-dovere nell’Istruzione e Formazione Professionale 

Con riferimento all’annualità 2017, sono destinati, ai sensi dell’art. 68 comma 4 della Legge 17 maggio 1999, n. 144, euro 189.109.570,00 per il finanziamento dei percorsi finalizzati all’assolvimento del diritto-dovere nell’Istruzione e Formazione Professionale ai sensi dell’articolo 28 comma 3 del Decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226. 

Il suddetto importo viene ripartito tra le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, come segue: 

a) euro 184.109.570,00 per il 75% sulla base del numero di studenti iscritti ai percorsi di istruzione e formazione professionale realizzati dalle istituzioni formative accreditate ai sensi del Capo III del decreto legislativo n. 226/2005; per il 19% sulla base del numero complessivo di studenti qualificati e diplomati in esito ai percorsi di istruzione e formazione professionale realizzati dalle istituzioni formative accreditate ai sensi del Capo III del decreto legislativo n. 226/2005; per il 6% sulla base del numero complessivo di studenti qualificati e diplomati in esito ai percorsi di istruzione e formazione professionale realizzati dagli Istituti Professionali di Stato in regime di sussidiarietà complementare e integrativa; 

b) euro 5.000.000,00 sulla base del numero di studenti iscritti ai percorsi di istruzione e formazione professionale realizzati dagli Istituti Professionali di Stato in regime di sussidiarietà integrativa.

4.2. Il c.d. decreto "Dignità":

il Decreto è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il 2 luglio 2018. 

Il Decreto dovrà essere convertito in legge. In attesa che il decreto sia convertito in legge, data la sua portata legislativa rilevante, si propongono alcuni testi illustrativi:

- il comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 8 del 02 Luglio 2018;

- il testo del Decreto e la relazione illustrativa

- primi commenti di Maroscia e Noviter

 

4.3. I Servizi per il lavoro in Italia. Rapporto di monitoraggio Anpal - annualità 2017

Il 5 giugno 2018 si è tenuto a Roma, presso la sede di Unioncamere, il convegno ANPAL di presentazione del report “ Monitoraggio sulla struttura e il funzionamento dei servizi per il lavoro ”. 

Il contributo ANPAL rappresenta l’occasione per riflettere sulle sfide importanti che investono l'intero sistema dei servizi per il lavoro nel nostro Paese e sugli interventi strutturali che, in prospettiva, dovranno essere affrontati per consentire ai centri per l'impiego di operare con modalità sempre più rispondenti e individualizzate in base alla profilazione dei disoccupati e le caratteristiche dei datori di lavoro.

  Si  allega una sintesi del  Monitoraggio sulla struttura e il funzionamento dei servizi per il lavoro 2017un commento di G. Palmerini: I numeri da Caporetto dei Centri per l’impiego (7 giugno 2018)  ed una considerazione di P.A. Varesi sulle politiche del lavoro e il “regionalismo differenziato”.
 
 

4.4. Occupazione giovanile: scarica il report degli incentivi (Report 4 luglio 2018)

Dal sito ANPAL è possibile scaricare il report aggiornato (maggio-giugno 2018) con le misure a favore dell’occupazione giovanile e - in particolare - della transizione istruzione-lavoro. 

Lo ha preparato Anpal Servizi - nell’ambito delle attività di assistenza a Università e Istituti tecnici superiori – come strumento per agevolare la realizzazione di percorsi personalizzati con esito occupazionale per laureandi/laureati e giovani in uscita dai percorsi degli ITS.

Il documento – a cadenza bimestrale - è il frutto di uno screening degli incentivi a livello europeo, nazionale e regionale, e vuole essere una finestra aperta sul mutevole ecosistema delle novità normative e dei vantaggi previsti dai diversi livelli istituzionali.

Anche se pensato per gli Atenei e gli ITS, può estendersi a tutti quei destinatari che a vario titolo operano nel mercato del lavoro. Il suo scopo è infatti quello di garantire un costante aggiornamento sulle misure in essere e una maggiore fruizione delle stesse sui diversi territori.

 

4.5. Misure di contrasto alla povertà

Il Senato il 9 marzo 2017 ha licenziato il Disegno di Legge, d’iniziativa del Governo, già approvato dalla Camera dei Deputati in prima lettura il 14 luglio 2016: Delega recante norme relative al contrasto della povertà, al riordino delle prestazioni e al sistema degli interventi e dei servizi sociali, ora Legge 15 marzo 2017, n. 33.   

In attuazione di tale delega è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo n. 147 del 15 settembre 2017 avente ad oggetto “Disposizioni per l'introduzione di una misura nazionale di contrasto alla povertà”, con il quale … 

si conclude il percorso di attuazione del Reddito di inclusione (REI), la nuova misura unica di contrasto alla povertà. Dal 1° gennaio 2018, il REI sostituirà il SIA (Sostegno per l'inclusione attiva) e l'ASDI (Assegno di disoccupazione). Va poi considerato il Decreto Interministeriale 16 marzo 2017 del Ministro del Lavoro di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, che riguarda l’Allargamento del Sostegno per l'Inclusione Attiva (SIA), per il 2017. Il Decreto Legislativo n. 147/17 è stato successivamente oggetto di modifiche ad opera della Legge di Bilancio 2018 (Legge n. 205/17), che estende la platea dei destinatari, incrementa il beneficio economico collegato al Reddito di inclusione ed introduce modifiche al D. Lgs n. 147/17.  

 

4.6. Innovazione, Occupazione Mezzogiorno. Rifinanziamento

A seguito del blocco per mancanza di fondi, ANPAL comunica che è stato disposto il rifinanziamento per ulteriori € 302 milioni destinati all'Incentivo Occupazione Mezzogiorno, grazie alla registrazione alla Corte dei Conti della Delibera CIPE n. 22 del 28 Febbraio 2018 che ha approvato il  Programma Operativo Complementare "Sistemi di Politiche Attive per l'Occupazione" 2014-2020.

I datori di lavoro potranno quindi ripresentare le domande all'INPS tramite la usuale procedura predisposta dall'Istituto

 

5. MISE

5.1. La diffusione delle imprese 4.0 e le politiche: evidenze 2017 (luglio 2018)

Il documento presenta i risultati di un progetto originale, diretto alla quantificazione della diffusione delle tecnologie rappresentative della cosiddetta Industria 4.0. 

A fronte del crescente interesse, presente sia nella comunità scientifica sia nelle politiche pubbliche, per i fenomeni legati alla digitalizzazione dei processi produttivi, la disponibilità di evidenze statisticamente fondate sulla diffusione di tali tecnologie è deficitaria e non in grado di raccontare le tendenze in atto, almeno con riferimento alle dinamiche dell’intero sistema produttivo.

Si allega una slide sul testo  "La diffusione delle imprese 4.0 e le politiche: evidenze 2017

 

Regioni

Ordinamenti - Dibattito - Progetti

1. I NUOVI GOVERNI REGIONALI DELL'ANNO 2018

Nel 2018 i cittadini di varie Regioni sono chiamati alle urne per eleggere il nuovo governatore e rinnovare il consiglio regionale.

LAZIO: 04.03.2018 

Nella regione Lazio i cittadini hanno votato il 4 marzo 2018. 

Zingaretti Nicola è Presidente (Centrosinistra)

LOMBARDIA

Nella regione Lombardia i cittadini hanno votato il 4 marzo 2018. 

Fontana Attilio è Presidente (Centrodestra)

MOLISE 

Nella regione Molise i cittadini hanno votato il 22 aprile 2018. 

Toma Donato è Presidente (Centrodestra)

FRIULI VENEZIA GIULIA 

Nella Regione Friuli Venezia Giulia i cittadini hanno votato il 29 aprile 2018.

Massimiliano Fedriga è Presidente (Centrodestra) 

VALLE d’AOSTA

Nella regione Valle d’Aosta le elezioni si sono svolte il 20 maggio 2018. 

Risulta vincitore la Lega Salvini Vallée d’Aoste . Si allegano i programmi elettorali di Area civica, Stella alpina, Puor notre vallée, Centro destra Valle d'Aosta, Partito democratico, Impegno civico, Alpe, Lega Salvini Vallée d'Aoste, Union valdotaine, Mouv' e Movimento 5 stelle.

TRENTINO ALTO ADIGE 

Fissata la data per il rinnovo del Consiglio provinciale di Bolzano. Altoatesini al voto domenica 21 ottobre

Anche gli elettori trentini saranno chiamati alle urne domenica 21 ottobre per eleggere il nuovo Consiglio provinciale

BASILICATA 

Per la regione Basilicata si attende l’indicazione della data e le modalità di voto. 

2. VIAGGIO NELLE REGIONI
Strumenti per conoscere il sistema formativo

2.1. Regione LAZIO

Per la situazione della scuola paritaria nella Regione Lazio si allega la schedaSussidiarietà orizzontale nelle politiche regionali in materia di parità scolastica”.

Per la situazione della IeFP nella Regione Lazio si riporta un articolo che è stato pubblicato su Rassegna CNOS 1/2018: una scheda informativa di base sulla situazione della IeFP e delle Politiche Attive del Lavoro (P.A.L.) in atto preceduta da uno studio del prof. Giulio Salerno sulla coerenza della normativa regionale rispetto alle norme generali dell’Istruzione.

2.2. Regione LOMBARDIA

Per la situazione della scuola paritaria nella Regione Lombardia si allega la schedaSussidiarietà orizzontale nelle politiche regionali in materia di parità scolastica”.

Per la situazione della IeFP nella Regione Lombardia si riporta un articolo che è stato pubblicato su Rassegna CNOS 1/2018: una scheda informativa di base sulla situazione della IeFP e delle Politiche Attive del Lavoro (P.A.L.) in atto preceduta da uno studio del prof. Giulio Salerno sulla coerenza della normativa regionale rispetto alle norme generali dell’Istruzione.

2.3. Regione MOLISE

Per la situazione della scuola paritaria nella Regione Molise si allega la schedaSussidiarietà orizzontale nelle politiche regionali in materia di parità scolastica”. 

Per la situazione della IeFP nella Regione Molise si riporta un articolo che è stato pubblicato in Rassegna CNOS 2/2018: una scheda informativa di base sulla situazione della IeFP e delle Politiche Attive del Lavoro (P.A.L.) in atto preceduta da uno studio del prof. Giulio Salerno sulla coerenza della normativa regionale rispetto alle norme generali dell’Istruzione.

2.4. Regione FRIULI VENEZIA-GIULIA

Per la situazione della scuola paritaria nella Regione Friuli-Venezia Giulia si allega la schedaSussidiarietà orizzontale nelle politiche regionali in materia di parità scolastica”. 

Per la situazione della IeFP nella Regione Friuli-Venezia Giulia si riporta un articolo che è stato pubblicato in Rassegna CNOS 2/2018: una scheda informativa di base sulla situazione della IeFP e delle Politiche Attive del Lavoro (P.A.L.) in atto preceduta da uno studio del prof. Giulio Salerno sulla coerenza della normativa regionale rispetto alle norme generali dell’Istruzione. 

3. IL GOVERNO DELLE REGIONI

La Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome ha la finalità di:

  • Definire, promuovere posizioni comuni su temi di interesse delle Regioni, elaborare documenti e proposte al fine di rappresentarle al Governo e al Parlamento e agli altri organismi centrali dello Stato e alle istituzioni comunitarie.
  • Predisporre pareri e base di intesa in osservanza della legislazione vigente.
  • Favorire il raccordo con le autonomie locali a livello nazionale.

Nella presente newsletter si allegano: 

  • la composizione delle Commissioni, individuate in base ai gruppi di materie omogenee di competenza delle Regioni e delle Province Autonome; 
  • gli Assessori regionali incaricati nelle materie dell’Istruzione, della Formazione Professionale e del Lavoro. 

 

4. QUADERNO DI TECNOSTRUTTURA

Il quaderno tratta delle azioni delle Regioni nel lavoro e nella formazione. Approfondisce la situazione dei servizi regionali per l’impego e le Agenzie regionali del lavoro. Riporta esperienze in formazione 4.0.   

 

5. ROMA: LA CARITAS LANCIA L'ALLARME - I MINORENNI GIOCANO D'AZZARDO

A Roma due ragazzi su tre tra i 13 e i 17 anni giocano d'azzardo almeno una volta l'anno nonostante i divieti per legge. A rivelarlo è una ricerca “Adolescenti e azzardo: cresceranno dipendenti?”, condotta dalla Caritas della Capitale su un campione di 1.600 giovani. Secondo i risultati del dossier - presentato ieri insieme con l'Ospedale Bambino Gesù - ad avvicinare i giovanissimi al gioco sarebbe la pubblicità veicolata attraverso televisione, internet o i bar-tabacchi.

Si allega: 

una scheda elaborata da Scuola24 del 27.06.2018;

la Guida alla dipendenza dal gioco d’azzardo;

"A scuola di salute"- Cartas e Bambino Gesù contro il gioco d’azzardo; 

e alcune considerazioni sul fenomeno e sulle sue conseguenze "Slottiamo contro l’azzardo. I rischi del gioco d’azzardo".  

 

6. PROCESSO DELLA AUTONOMIA DIFFERENZIATA DELLE REGIONI

L’accordo è stato siglato il 28 febbraio 2018 da Gianclaudio Bressa, Sottosegretario alla presidenza del Consiglio; Stefano Bonaccini, Presidente dell’Emilia-Romagna; Luca Zaia, Presidente del Veneto; Roberto Maroni, Presidente della Lombardia.

Si allegano: 

7. SARDEGNA
    Riorganizzazione o chiusura delle FP erogata dagli Enti accreditati?

L'Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale attua un programma di assorbimento graduale di operatori della FP degli Enti inserendoli nella lista speciale nel triennio 2018 – 2020. 

Il provvedimento, meritevole per la tutela occupazionale, segna la riorganizzazione o la chiusura definitiva della FP in Sardegna?  Anche alla luce di operazioni simili attuate in tempi passati in altre Regioni, il sospetto della chiusura ha un fondamento. 

 

8. VARIE NELLE REGIONI

  • Emilia Romagna: 

- Riparto annuale degli interventi di qualificazione delle scuole dell'infanzia (3 luglio 2018)

  • Lombardia: 

- Piattaforma Tirocini: dal 20 giugno è operativa la piattaforma informatica per registrare i tirocini extracurriculari attivati in Regione Lombardia (ai sensi della D.G.R. 7763/2018 e del DDS 6286/2018). Gli operatori possono accedere alla piattaforma tirocini nell’apposita sezione dell’area personale del sistema informativo GEFO. Entro 30 giorni dall’attivazione del rapporto di tirocinio, l’operatore è tenuto a registrare i dati identificativi del tirocinante, del soggetto promotore, dell’azienda ospitante e dei rispettivi tutor. Inoltre è possibile caricare le informazioni relative al progetto formativo e alla comunicazione di avvio.  Regione Lombardia raccoglie i dati ai fini del monitoraggio dei tirocini sul territorio regionale e per eventuali controlli amministrativi sulla loro corretta gestione. 

  • Molise: 

- Criticità del sistema scolastico molisano. La CGIL scrive al Presidente della Regione (21.06.2018) 

  • Sicilia: 

- Finalmente riparte la Formazione Professionale in Sicilia (01.06.2016) 

- Interventi a sostegno dei soggetti con disturbi specifici di apprendimento (DSA) 26.06.18

  • Veneto: 

- Gli Istituti tecnici superiori del Veneto puntano su turismo, meccanica, e risparmio energetico 

- Dispersione scolastica: l’esperienza di Regione Veneto

 

 

Rassegna

Temi trattati dalle principali riviste o Rapporti

1. CHIESA: SPERANZA, DISCERNIMENTO, VOCAZIONE
Le parole chiave del Sinodo dei giovani

Il 19 giugno 2018 è stato presentato l’Instrumentum laboris del prossimo Sinodo dei giovani di ottobre, redatto anche con il contributo di molti giovani. 

Si allegano la conferenza stampa del 19 giugno 2018, il testo del documento e il Dossier Avvenire: riflessioni in preparazione del sinodo. 

 

2. CHIESA: OECONOMICAE ET PECUNIARIAE QUAESTIONES (06.01.2018)

Il 6 gennaio 2018, la Congregazione per la dottrina della Fede – Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, ha pubblicato il testo dal titolo: OECONOMICAE ET PECUNIARIAE QUAESTIONES. Considerazioni per un discernimento etico circa alcuni aspetti dell’attuale sistema economico-finanziario. 

Zamagni Stefano propone alcuni spunti per un discernimento etico sul sistema attuale e offre soluzioni per il bene comune. 

 

3. MIUR: GENERAZIONI CONNESSE

La guida si rivolge a genitori, insegnanti, operatori del sociale e della salute mentale, a professionisti dell’infanzia e, in generale, a tutti coloro che sono coinvolti nelle tematiche in questione o semplicemente interagiscono con il mondo giovanile e intendono acquisire maggiori strumenti conoscitivi e operativi sui rischi collegati all’utilizzo delle TIC.

Il documento è strutturato in due parti:

- una sezione dedicata all’approfondimento – con riferimenti teorici e operativi – di alcune problematiche quali: il cyberbullismo, i siti pro-suicidio, i siti pro-anoressia e pro-bulimia, il gioco d’azzardo online, la pedopornografia online, l’adescamento online, il sexting, il commercio online, i videogiochi online e la dipendenza da Internet;

- una sezione con i riferimenti dei servizi a cui è possibile rivolgersi a livello regionale, qualora ci si trovi a dover gestire una delle situazioni prese in considerazione.

4. ISTAT: BILANCO DEMOGRAFICO NAZIONALE (13 GIUGNO 2018)

Prosegue nel 2017 la diminuzione della popolazione residente già riscontrata nei due anni precedenti. Al 31 dicembre  risiedono in Italia 60.483.973 persone, di cui più di 5 milioni di cittadinanza straniera, pari all’8,5% dei residenti a livello nazionale (10,7% al Centro-nord, 4,2% nel Mezzogiorno)… 

Si allega il bilancio demografico nazionale (anno 2017) e un commento di Avvenire

 

5. CONSULENTI DEL LAVORO: INDAGINE (25.06.2018)

Quanto sono stati penalizzati dalla crisi i giovani in cerca di un posto di lavoro? 

In che modo il livello di istruzione dei laureati italiani incide sulla capacità di trovare una buona occupazione? 

Sono alcune delle domande che trovano risposta nel reportGiovani sottoccupati e sovra-istruiti” dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro, che sarà approfondito nel corso del Festival del Lavoro 2018 di Milano (dal 28 al 30 giugno al MiCo, Centro Congressi di Milano).

Si allega il testo de "Le dinamiche del mercato del lavoro nelle province italiane" e una breve sintesi 

 

6. CENSIS E ALTRI: RAPPORTI

  • Welfare 

I risultati del 1° Rapporto Censis-Eudaimon evidenziano il contesto reale in cui deve inserirsi il welfare aziendale, al di là di semplificazioni o annunci puramente mediatici, garantendosi consenso, efficacia e sostenibilità. Il Rapporto avanza proposte. 

  • Sicurezza

Il 1° Rapporto sulla sicurezza, invece, evidenzia che il 39% degli italiani è favorevole alla pistola facile per la difesa personale. 

Si allega "Osservatorio sul bilancio del welfare delle famiglie italiane"  (novembre 2017) e il comunicato stampa sul Rapporto sulla sicurezza (27.06.2018)   

 

7. ALMALAUREA
Laurearsi conviene: aumentano gli occupati (Rapporto AlmaLaurea 2018)

Il Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea ha presentato i Rapporti 2018 sul Profilo e sulla Condizione occupazionale (XX edizione) presentato a Torino l’11 giugno 2018.

Le Indagini hanno coinvolto i laureati di 74 università aderenti al Consorzio. Il Rapporto di AlmaLaurea sul Profilo dei laureati ha analizzato le performance formative di oltre 276 mila laureati nel 2017: in particolare, 157 mila laureati di primo livello, 81 mila laureati magistrali biennali e 36 mila laureati magistrali a ciclo unico.

Il Rapporto di AlmaLaurea sulla Condizione occupazionale ha analizzato oltre 630 mila laureati di primo e secondo livello degli anni 2016, 2014 e 2012 contattati, rispettivamente, a uno, tre e cinque anni dal conseguimento del titolo.

E’ possibile consultare tutta la documentazione (origine sociale, studi secondari superiori, riuscita negli studi universitari, condizioni di studio, giudizi sull'esperienza universitaria, prospettive di studio e di lavoro…), disaggregabile per numerose variabili tra cui tipo di corso, Ateneo, Facoltà/Dipartimento/Scuola, gruppo disciplinare, classe di laurea, corso di laurea e genere. E’ inoltre possibile effettuare confronti tra i vari anni di indagine.

Allegati: Sintesi del Rapporto 2018 "Condizione occupazionale dei laureati";

di ANVUR il "Rapporto biennale sullo stato del sistema universitario e della ricerca 2016"    

e. Scheda di sintesi elaborata da Scuola24 del 12 giugno 2018   

 

8. OXFAM: MATURI PER IL CAMBIAMENTO
Porre fine allo sfruttamento delle filiere dei supermercati (Giugno 2018)

Oxfam è una Confederazione Internazionale di 20 organizzazioni che lavorano insieme in oltre 90 Paesi nel quadro di un movimento globale per il cambiamento, per costruire un futuro libero dall’ingiustizia della povertà. 

Dall’introduzione del rapporto

“Il lavoro nero nelle filiere è uno scandalo. Così come lo sfruttamento di quei lavoratori a cui le multinazionali, inclusi i supermercati, devono i loro profitti. Le multinazionali esternalizzano volutamente la violenza, l’oppressione, i salari bassi e il lavoro precario e spesso pericoloso che alimenta i loro guadagni”. … 

9. SAVE THE CHILDREN: DOSSIER SUI MINORI NON ACCOMPAGNATI IN ITALIA (Giugno 2018)

La seconda edizione dell’Atlante "Crescere lontano da casa" di Save the Children, diffuso a pochi giorni dalla Giornata mondiale del Rifugiato, fa il punto sull’effettiva integrazione dei minori stranieri, analizzando apprendimento della lingua, scolarizzazione e l’inserimento lavorativo.

Si allega una scheda sul Dossier 

 

 

SALESIANI PER IL LAVORO – onlus
Una proposta Salesiana per dare dignità e futuro! Senza lavoro non si può vivere...

La Onlus Salesiani per il lavoro si rivolge a persone - giovani e adulti - che sono in età lavorativa e versano in condizione di disagio sociale, attraverso i servizi dell'informazione, dell'orientamento, della formazione e dell'aggiornamento professionale. Punta a favorire il loro inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro. Per maggiori informazioni sulle attività della onlus si può consultare il sito
www.salesianiperillavoro.it

Aiutaci a dare di più a chi ha di meno!!