Newsletter n. 6 - Giugno-Luglio 2017

Logo CNOS/Scuola

Questa newsletter è una pubblicazione a cura
della Sede Nazionale CNOS/SCUOLA
 

Con questo numero si conclude il servizio delle informazioni prima della pausa estiva.

Con l’occasione la Sede Nazionale augura a tutti buone vacanze.

Il notiziario riprenderà nel mese di ottobre.

 

EUROPA
ITALIA
REGIONI
RASSEGNA

Vita dell'Associazione CNOS/Scuola

News recenti sulla scuola - Giugno - Luglio 2017

Il prof. don Bruno Bordignon cura “Informazioni CIOFS e CNOS/Scuola”, notizie che vengono inviate direttamente alle istituzioni scolastiche in forma ricorrente (Info Giugno - Luglio 2017).

Appuntamenti

Proposte di date e di eventi 

Settembre 2017
28/30 Giornate di studio 

Ottobre 2017
20/21 Consiglio Direttivo CNOS/Scuola 

Marzo 2018
9/10 Consiglio Direttivo  e Assemblea CNOS/Scuola 

Maggio 2018
18/19 Consiglio Direttivo CNOS/Scuola 

SERVIZIO QUESITI

E’ funzionante il servizio quesiti curato dal prof. don Bruno Bordignon.
Tutti possono rivolgersi a don Bruno Bordignon presentandogli “quesiti”
I suoi riferimenti
Posta elettronica: bordignon@unisal.it
bbordignon@salesiani.it
Telefono: 06/87290554 –
cell. 3351096004

Altri servizi

Ulteriori consulenze sono possibili presso Fidae e Agidae nelle modalità proposte dalle due Associazioni.

RINNOVO DEL CCNL-SCUOLA

I testi della trattativa

1. Contratto Collettivo Nazionale Lavoro - Agidae 2016-2018

Il giorno 7 luglio 2016, in Roma, presso la Sede Nazionale dell’AGIDAE, in Via Vincenzo Bellini 10, dopo la sigla dell’Ipotesi di Accordo del 13 aprile 2016, tra l’AGIDAE e le OO.SS. è stato stipulato il seguente Contratto Collettivo Nazionale che disciplina il trattamento normativo ed economico per il personale direttivo, docente, amministrativo, tecnico ed ausiliario occupato negli Istituti aderenti all’AGIDAE.

Il Contratto si compone di 3 parti tra loro inscindibili: Parte prima: il sistema delle relazioni sindacali; Parte seconda: la disciplina del rapporto di lavoro; Parte terza: allegati.

Nella Rivista AGIDAE n. 3-4 il presidente AGIDAE presenta, nell’editoriale, il nuovo CCNL-AGIDAE 2016 – 2018. 

2. Rapporti di collaborazione coordinata e continuativa nelle istituzioni AGIDAE-CCNL-Scuola

Il 13 aprile 2016 le parti – AGIDAE e FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, Snals COnfsal, Sinasca – firmano il documento che disciplina i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa. 

3. Contributi alla scuola paritaria - Comunicato AGIDAE

Il 23 settembre 2016 Il Presidente AGIDAE firma il comunicato allegato alla presente newsletter avente per oggetto “Contributi alla scuola paritaria”. 

4. FISL: firmato il contratto collettivo nazionale (21.12.2016)

Si chiude positivamente la stagione dei rinnovi contrattuali per i dipendenti delle scuole paritarie (2016 – 2018). 

Si è chiusa la stagione dei rinnovi contrattuali per i dipendenti delle scuole paritarie. Dopo la firma del contratto con ANINSEI a gennaio 2016 e quella con AGIDAE nel luglio, sempre di quest’anno, il 12 dicembre la delegazione della FLC CGIL ha firmato il CCNL 2016/2018 con la Federazione Italiana Scuole Materne, la cosiddetta FISM. Un risultato sindacale importante per il significato dei contratti rinnovati, ma anche politico per il valore della contrattazione nei comparti privati, per la rappresentanza di decine di migliaia di lavoratrici e lavoratori destinatari del JOBS ACT che dovremmo sempre più e meglio rappresentare.

Non sfugge a nessuno il risultato ottenuto dalla FLC CGIL che, insieme agli altri sindacati, ha rinnovato contratti per oltre 160.000 addetti dipendenti da oltre 8.000 istituti e scuole non statali paritarie laiche, cattoliche e religiose che lavorano negli asili nido, micronidi, sezioni primavera, scuola dell’infanzia, primaria, media di primo e secondo grado. Numeri significativi che aggiunti agli oltre 1 milione di bambine e bambini che ogni anno frequentano le scuole paritarie, ci danno la dimensione di un fenomeno sociale che occorre maggiormente tenere in considerazione nella nostra iniziativa come affermato dal segretario generale della FLC CGIL, Francesco Sinopoli, nelle sue dichiarazioni programmatiche.

I contenuti del nuovo contratto firmato

Il rinnovo contrattuale FISM prevede la decorrenza dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2018, un aumento a regime sul VI livello retributivo di 87,00 euro con un miglioramento economico sul tabellare del 6%. La parte economica prevede anche un Una Tantum di 120,00 euro a titolo risarcitorio per il periodo 2013/2015.

Di particolare rilievo è avere ottenuto una maggiore tutela, in vigenza di JOBS ACT, in caso di “licenziamenti illegittimi” individuali, plurimi e collettivi. L’articolo contrattuale prevede la reintegra sul posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo dichiarato dal Giudice, indipendentemente dal numero dei lavoratori, per chi è in servizio alla data di pubblicazione della legge 183/2014. Il JOBS ACT come sapete garantisce questa reintegra solo nel caso di aziende che superano i 15 dipendenti. Anche sul versante della rappresentanza sindacale è mantenuta la RSA per ogni organizzazione sindacale anche al di sotto dei 15 dipendenti, mentre le parti si sono impegnate a incontrarsi entro 180 giorni dalla firma del CCNL per “definire l’accordo sulla costituzione della Rappresentanza Sindacale Unitaria”.

5. Aggiornamenti

News dello Studio Montemarano: giugno 2017.

Numero 3 della Rivista Agidae - anno 2017 - contenente gli Atti dell'Assemblea ordinaria 2017. 

Europa

Ordinamento - Dibattito - Progetti

1. PROGETTO “JOB LABYRINTH”

Dallo scorso ottobre è stato avviato il Progetto Erasmus+ KA2 (partenariati strategici) dal titolo “Job Labyrinth – Fostering youth inclusive education and transition to work through game-based approaches integrating active employment and web-based guidance in Europe”.

Il progetto, della durata di due anni, vede il CNOS-FAP come Capofila in partenariato con Federación de Plataformas Sociales Pinardi (Spagna), DGSSIS-Community of Madrid (Spagna), SZÁMALK Szalézi Szakközépiskola (Ungheria), RISORSE snc (Italia), Noviter srl (Italia), BKS Uspech (Slovacchia), iTStudy (Ungheria).

L’obiettivo del progetto è quello di sviluppare un gioco in grado di attivare i giovani svantaggiati alla ricerca del lavoro, a creare una Comunità di Pratiche che includa centri per l’impiego pubblici e privati, centri giovanili, scuole, enti pubblici e aziende al fine di favorire l’inserimento lavorativo dei beneficiari.

Gli allievi della Federazione del CNOS-FAP sono stati coinvolti attivamente partecipando ad un concorso per la creazione del Logo del progetto. 

Il vincitore è Simone Piatto del CFP Venezia Mestre.

2. ESTONIA, IL PAESE DI TURNO UE PROPONE QUATTRO PRIORITÀ (da luglio 2017) 

Con il 1 luglio 2017 l’Estonia ha cominciato, per la prima volta, il suo semestre di Presidenza del Consiglio dell’Unione europea. 

Un milione e trecentomila abitanti in un lembo d’Europa attaccato alla Russia e per metà coperto da foreste. È, tuttavia, uno dei Paesi più digitalizzati, più in crescita, più dinamici dell’Europa

Quattro sono le priorità che la piccola Repubblica baltica si è data per questo semestre: 

a. lavorare per un’economia aperta e innovativa, in grado di affrontare la competitività, sostenendo l’imprenditoria, semplificando le regole e rafforzando il mercato unico; 

b. garantire un’Europa sicura e protetta al suo interno e un’Europa capace di portare pace nel mondo; 

c. favorire la digitalizzazione dell’Europa, in particolare nel settore deli libero movimento dei dati; 

d. puntare a un’Europa che diventi “campione di inclusività e sostenibilità”, vale a dire capace di garantire pari opportunità a tutti i suoi cittadini e lavoratori nel pieno rispetto e cura delle risorse ambientali disponibili. 

Si allegano il programma di lavoro della Presidenza Estone e una intervista alla Presidente.

3. LA COMMISSIONE EUROPEA PROPONE IL BILANCIO UE PER IL 2018

La Commissione Europea ha proposto il progetto di bilancio per l'esercizio 2018, che prevede impegni per 161 miliardi di euro per stimolare la creazione di posti di lavoro ed incoraggiare la crescita e gli investimenti strategici

La proposta di bilancio include anche un riferimento al Corpo Europeo di solidarietà, che dal 2017 dà la possibilità ai giovani di svolgere attività di volontariato, tirocini e attività lavorativa da 2 a 12 mesi, promuovendo la solidarietà nelle comunità di tutta Europa. Su quest’azione la Commissione propone un bilancio e una base giuridica propri, per sostenere la partecipazione di 100.000 cittadini europei entro il 2020, con un budget per il periodo 2018-2020 di 342 milioni di euro, di cui 89 milioni nel 2018.

4. EURYDICE pubblica “TEMPI DI INSEGNAMENTO IN EUROPA 2016/2017” (giugno 2017)

Il Consiglio dell’Unione europea ha fissato l’obiettivo, da raggiungere entro il 2020, di ridurre al di sotto della soglia del 15% la percentuale di quindicenni con scarsi rendimenti in lettura, matematica e scienze. 

Come si stanno muovendo i Paesi europei per raggiungere questo obiettivo? 

Il Rapporto, pubblicato da Eurydice nel giugno 2017, fornisce informazioni dettagliate sui tempi di insegnamento in 42 sistemi educativi europei. 

I dati sono introdotti da una breve analisi comparativa che si focalizza in particolare sulla distribuzione dei tempi di insegnamento delle materie attualmente di maggiore interesse in Europa. Inoltre, i tempi di insegnamento per matematica e scienze naturali sono messi a confronto con quelli riportati dagli insegnanti e dagli studenti nelle indagini TIMSS e PISA.

5. DUE DOCUMENTI RECENTI DEL CEDEFOP

È online il nuovo numero della rivista del CEDEFOP Skillset and match contenente articoli sulle nuove prospettive e le sfide della Istruzione e Formazione Professionale.  

Inoltre si riportano due allegati (VET_en e IeFP_it) relativi ai risultati di un’indagine, condotta con dati dell’OECD, sull’inclusione dei migranti attraverso l’istruzione e la formazione professionale.

6. OECD: HANDBOOK FOR INNOVATIVE LEARNING ENVIRONMENTS

La Organisation for Economic Co-operation and Development, l’OECD, pubblica una guida per ripensare in modo innovativo gli ambienti d’apprendimento. Ogni capitolo presenta una panoramica delle riflessioni compiute sui temi dei sistemi d’apprendimento e dell’innovazione.

7. eTWINNING: INCLUSIONE A SCUOLA

Con una recente comunicazione, la Commissione europea propone azioni concrete per aiutare gli Stati Membri ad erogare un insegnamento inclusivo e di alta qualità per tutti i giovani, a supporto dell’acquisizione delle conoscenze e delle competenze necessarie a partecipare appieno alla società.

8. INDUSTIALL EUROPEAN TRADE UNION E CEEMET: COMPETENZE DIGITALI

IndustriAll European Trade Union e Council of European Employers of the metal, engineering and technology-based industries (CEEMET) pubblicano un position paper congiunto che richiama la necessità di sviluppare competenze digitali di alta qualità nei percorsi di istruzione e formazione professionale per garantire la competitività del settore produttivo.

9. EU – COE: POLITICHE PER LA GIOVENTÙ

Il partenariato EU-COE Gioventù ha pubblicato un documento che offre un quadro generale sulle politiche europee a favore dei giovani

Scopo della politica della gioventù è di creare condizioni per apprendimento, opportunità ed esperienze che assicurino e consentano ai giovani di sviluppare conoscenze e competenze. La politica deve riflettere le attuali sfide e gli ostacoli che i giovani si trovano ad affrontare, basandosi su loro bisogni ed aspirazioni. Affinché la politica giovanile sia efficiente, deve fondarsi anche sui principi e valori chiave di accesso dei giovani ai diritti umani e sociali, di uguaglianza, partecipazione, inclusione, sicurezza, salute, benessere e cittadinanza. Tali politiche possono essere definite in un solo atto giuridico specifico o in un insieme di documenti interconnessi in un quadro giuridico. Esse possono essere diverse e molto specifiche del paese. 

10. COMMISSIONE EUROPEA: PIANO D'AZIONE MIGRANTI

La Commissione Europea ha presentato un “Piano di azione” per cercare di ridurre il flusso di migranti dal Nord Africa verso l’Italia, che come ogni estate sta creando diversi problemi al sistema di accoglienza italiano. 

Come la Commissione aveva già annunciato, il Piano non prevede nuove soluzioni ma il miglioramento e la riproposizione di alcuni meccanismi che esistono già (il documento è pieno di espressioni come “accelerare”, “aumentare” e così via). 

Le misure principali riguardano l’aumento dei fondi da destinare alla Libia e un nuovo impegno sulle procedure di reinsediamento di alcune categorie di richiedenti asilo.

Il piano è diviso in tre parti: la 1° contiene le misure che intende attuare la Commissione; la 2° delle raccomandazioni ai paesi dell’Unione; la 3° quelle rivolte all’Italia in particolare.

11. RELAZIONE CONSUNTIVA SULLA PARTECIPAZIONE DELL'ITALIA ALL'UE - Anno 2016

Il dossier del Senato illustra la relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Unione Europea per l’anno 2016.

Il documento è articolato in quattro parti: 

  • la 1° è dedicata agli sviluppi del processo di integrazione europea e al nuovo quadro istituzionale; 
  • la 2° illustra l’azione svolta dal Governo nell’ambito delle principali politiche orizzontali e settoriali dell’Unione; 
  • la 3° tratta le politiche di coesione economica, sociale e territoriale; 
  • la 4° fa riferimento al coordinamento nazionale delle politiche europee.  

12. IMPATTO DEL SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO (Aprile 2017)

La Commissione Europea ha pubblicato uno studio sull’impatto del Servizio Volontario Europeo sui singoli, organizzazioni e comunità locali. 

Descrive in che modo le 5 diverse tipologia di volontari (“Standard students”, “Mediterranean students”, “Experienced workers”, “Disadvantaged jobseekers”, “Western pupils”) beneficino del Servizio Volontario Europeo in maniera diversa. 

Lo studio mostra l’impatto misurabile del Servizio Volontario Europeo sull’apprendimento e lo sviluppo delle competenze dei volontari, come ad esempio per le lingue, carriera e in ambito lavorativo, con un focus specifico sul ruolo dei giovani con minori opportunità.

13. QUATTRO ONG SALESIANE TRA 250 ONG LANCIANO UNA VISIONE ALTERNATIVA PER L'EUROPA

Oltre 250 organizzazioni non governative (ONG) di tutta Europa hanno pubblicato, 20 giugno 2017, una visione alternativa per un’Europa più democratica, giusta e sostenibile. 

Questa visione alternativa, che mira ad influenzare il dibattito sul futuro cammino dell’Europa, è sostenuta da organizzazioni – tra cui 4 ONG salesiane – che rappresentano una gran varietà di questioni di pubblico interesse: dai diritti del lavoro alla cultura, dallo sviluppo all’ambiente, dalla salute ai diritti delle donne, dai giovani ai gruppi anti-discriminazione. 

La visione proposta dalle oltre 250 organizzazioni descrive un futuro per l’Europa in cui “la sostenibilità è saldamente al centro del progetto europeo” e in cui l’UE si concentra su “democrazia e partecipazione, giustizia sociale e ambientale, solidarietà e sostenibilità, rispetto dello Stato di diritto e Diritti Umani sia in Europa che in tutto il mondo”.

Il Segretario Esecutivo del Don Bosco International, Ángel Gudiña, ha affermato: “Investire nei bambini e nei giovani è un elemento fondamentale per un’Europa più equa, più coesa e sostenibile. Fornire alle generazioni future un’assistenza sanitaria pubblica di elevata qualità, servizi sociali e un’educazione formale e non formale garantisce la continuità di un progetto europeo attualmente in pericolo in considerazione delle recenti vicende. Come Don Bosco International richiediamo che l’UE si concentri maggiormente sui suoi cittadini, specialmente su coloro che, a causa della loro età o circostanze personali, solitamente non vengono ascoltati”.

Per conoscere le 256 organizzazioni che sostengono lo “Scenario 6: un’Europa sostenibile per i suoi cittadini” – tra cui Don Bosco International, Via Don Bosco, Don Bosco Network e Jóvenes y Desarrollo - è possibile visionare l’allegato.

14. ALLULLI GIORGIO, DUE CONTRIBUTI RECENTI PUBBLICATI IN RASSEGNA CNOS 1 E 2 2017

Il primo articolo fornisce una panoramica del piano d’azione New Skills Agenda for Europe lanciato nel 2016 nell’ambito del Quadro strategico “Europa 2020”.

Il secondo articolo richiama, attraverso una carrellata dei principali dati disponibili per il confronto internazionale, a cominciare da quelli politicamente più “pesanti”, ovvero dai benchmark che la Commissione Europea ha adottato fin dall’anno 2000, richiama i traguardi che gli Stati membri debbono raggiungere con i loro sistemi scolastici e formativi.

 

Italia

Ordinamenti – Dibattito – Progetti

1. GOVERNO

1.1. Legge 107 e i Decreti Legislativi attuativi 

Il 13 luglio 2015 è stata approvata la Legge 107 “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per riordino delle disposizioni legislative vigenti” (G.U. n. 162 del 15/07/2015). 

I Decreti Legislativi attuativi della Legge 107/2015 sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale (S.O. n. 112 del 16 maggio 2017, SG), dopo l’approvazione del Consiglio dei Ministri del 7 aprile 2017. I decreti, com’è noto, hanno portato a compimento quanto previsto dalla Legge n. 107/2015.

Restano ancora la stesura del Testo unico sulla scuola per il quale sarà previsto un disegno di legge delega specifico e successivo e i provvedimenti previsti nei Decreti Legislativi approvati.

Tutti i testi vigenti ad oggi si possono consultare nella newsletter di maggio 2017

In allegato alla presente newsletter si riportano:

  • una lettura critica dei Decreti Legislativi realizzata dagli estensori dell'Editoriale di Rassegna CNOS (2/2017);
  • una analisi giuridica del provvedimento relativo al riordino dell'istruzione Professionale e il raccordo con la IeFP effettuata dal prof. Giulio Salerno.

1.2. TERZO SETTORE: approvazione definitiva della riforma 

La riforma del Terzo Settore, annunciata il 12 aprile 2014, è giunta al traguardo il 28 giugno 2017. Nella newsletter di maggio 2017 sono riportati tutti i testi approvati ad oggi. 

In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dei Decreti Legislativi attuativi della Legge Delega, si riportano, in allegato, le comunicazioni ufficiali ed i primi commenti: 

1.3. IUS SOLI: cosa prevede la legge

Secondo la legge del 1992 chi nasce in Italia da genitori stranieri e continua a vivere legalmente può diventare cittadino italiano solo al compimento della maggiore età. Il testo di questa legge è stato messo in discussione, prevedendo, a determinate condizioni, la possibilità di ottenere la cittadinanza prima dei 18 anni.

Si allegano: sintesi del ddl tratto da Scuola24 (16.06.2017); Ius soli, quali novità per le scuole, tratto da Orizzontescuola (26.06.2017). 

1.4. Vaccini: pubblicato il decreto legge

Per assicurare la tutela della salute pubblica e il mantenimento di adeguate condizioni di sicurezza epidemiologica, nonché il rispetto degli obblighi assunti a livello europeo ed internazionale, è stato approvato il decreto legge 7 giugno 2017, n. 73, pubblicato in pari data sulla Gazzetta Ufficiale (n.130 del 7-6-2017): “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale”. 

Oltre alle iniziative di formazione del personale e di educazione degli alunni, il provvedimento stabilisce precisi adempimenti a carico delle scuole. 

2. MIUR

2.1. SCUOLE PARITARIE: news sui finanziamenti

È stato registrato alla Corte dei Conti il D.M. 380 del 6 giugno 2017 relativo all’assegnazione dei contributi alle scuole paritarie per l’a.s. 2016/2017 con i criteri e i parametri per la distribuzione degli stessi (in allegato).

A breve, con decreti direttoriali verranno ripartiti i fondi agli Uffici Scolastici Regionali relativi ai tre capitoli di spesa: 

  • cap. 1477/1 (contributi alle scuole paritarie); 
  • cap. 1477/2 (contributo a scuole paritarie in proporzione agli alunni disabili frequentanti); 
  • cap. 1479/1 (contributo aggiuntivo scuole materne paritarie).

Gli Uffici Scolastici Regionali provvederanno successivamente a predisporre i piani di riparto per le singole istituzioni scolastiche e ad indicare le modalità operative per l’invio delle dichiarazioni sostitutive di cui al MODELLO A allegato al decreto. 

Confidiamo che entro il termine dell’anno scolastico o nel prossimo mese di settembre i contributi a.s. 2016/2017 possano arrivare alle scuole.

Si segnala inoltre che è  stata disposta a favore degli Uffici Scolastici Regionali, per l’anno scolastico 2016-2017 (periodo gennaio-agosto 2017), l’assegnazione delle risorse finanziarie relative al Fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche per le spese relative all’alternanza scuola-lavoro, nonché per la formazione in materia di tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro, presso le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado paritarie private, per una somma complessiva pari ad euro 2.641.588,96 (circa 50,00 euro ad alunno).

Alternanza Scuola e Lavoro Fondi alle Scuole Paritarie a.s. 2016/2017  

Gli USR stanno già procedendo a distribuire tali risorse.

2.2. ISCRIZIONI - anno scolastico 2017/2018

Gli studenti che hanno scelto di proseguire il proprio percorso in istituti di scuola secondaria superiore nel 53,4% dei casi hanno scelto un indirizzo di liceo, in particolare, il liceo scientifico (15,2%). 

Restano abbastanza stabili le scelte per gli Istituti tecnici (30,3%) e in calo, seppur di poco, gli Istituti professionali (15,1%). 

Gli studenti che hanno scelto un percorso di IeFP sono stati il 5,6% (di questi l’87,5% si è rivolto ai CFP e solo il 12,5% agli IPS sussidiari). Va precisato che questi dati sono legati alle iscrizioni on-line, effettuate da Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Lazio, Molise e Sicilia).  

Tutte le informazioni sulle scelte operate dagli studenti si trovano nella pubblicazione del MIUR di giugno 2017. 

2.3. Chiarimenti sull'ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Il MIUR ha fornito alcuni chiarimenti per gli studenti sull’alternanza scuola-lavoro: per gli studenti che hanno scelto la frequenza del quarto anno della scuola superiore all’estero, la nota ministeriale 3355 al punto 7 convalida, come alternanza scuola lavoro, i periodi di studio all’estero.

Per approfondimenti si allega il contributo "Studiare all’estero può valere come percorso di alternanza scuola-lavoro", tratto da Orizzontescuola (03.07.2017).

2.4. INVALSI: i risultati del 2017

L’Invalsi, il 6 luglio 2017, ha presentato i risultati delle prove 2017: 

  • le scuole del Nord-Est e del Nord-Ovest si confermano piuttosto valide, con gli istituti tecnici che si scrollano di dosso l’etichetta di “scuole di serie B” e ottengono ottimi risultati, in alcuni casi persino migliori dei licei; 
  • al Centro si resta nella media nazionale, con punte di eccellenza soprattutto nel primo ciclo.

Si allegano: 

2.5. Interventi contro la dispersione scolastica nel Mezzogiorno

Il Decreto legge 20 giugno 2017, n. 91, recante “Disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno” e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 141 del 20 giugno 2017 detta disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno. 

Il Decreto contiene anche misure dedicate all’istruzione.

2.6. Dibattito: alcuni documenti e/o riflessioni recenti sulla scuola

  • Panorama: “I dieci nodi del mondo dell’istruzione” 
    Panorama, l’8 giugno 2017, pubblica un dossier in cui illustra i dieci nodi della scuola, così come vengono descritti da insegnanti, presidi e studenti.
  • ADI Scuola:Genius Hour: moda o strategia?  
    La Rivista on-line ADI pubblica, 3 luglio 2017, l’articolo dal titolo: Genius hour: moda o strategia? Negli Stati Uniti la moda didattica del momento, dopo la flipped classroom, è la Ginius Hour, che comincia ad avere adpti anche fra gli insegnanti italiani. Sarà una moda solamente?  
  • Essere a scuola
    È stato pubblicato il numero zero di “Essere a scuola”, il periodico mensile dell’Editrice Morcelliana rivolto ai docenti del primo ciclo di istruzione (infanzia, primaria e secondaria di I grado) e finalizzato al loro aggiornamento professionale. 

3. MLPS

3.1. Jobs Act dei lavoratori autonomi e smart working  

Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n. 135 del 13 giugno 2017, entra in vigore dal 14 giugno 2017 la Legge n. 81 del 22 maggio 2017, meglio conosciuta come Jobs Act dei lavoratori autonomi e smart working.

Approfondimenti: 

  • Articolo de Il Sole 24 Ore
  • Libro di ADAPT: Verso il Futuro del lavoro. Analisi e spunti sul lavoro agile e lavoro autonomo; 
  • Approfondimenti sul Jobs Act tratto da Nuovi LavoriCosa c’è nel Jobs Act degli autonomi: si tratta di un contributo mirato a rilevare accostamenti e distanze tra lavoro autonomo e quello subordinato al fine di cogliere l’effettività degli obiettivi normativi; Molte luci e qualche ombra: questo articolo analizza i punti più rilevanti della riforma; Partite Iva, le cose fatte e quelle da fare: un focus sulle partite IVA. Queste non costituiscono un universo residuale del mercato del lavoro ma una risorsa per la crescita del paese; Il lavoro professionale ha più dignità: il testo punta l’attenzione sul lavoro svolto dai professionisti, siano essi iscritti o meno ad Albi, Ordini o Collegi. Secondo la Relazione di presentazione del provvedimento al Senato, il legislatore si propone di costruire per i professionisti “un sistema di diritti e di welfare moderno capace di sostenere il loro presente e tutelare il loro futuro”; è, quindi, un altro passo verso una considerazione del lavoro, su cui si fonda la nostra Repubblica, meritevole di tutele anche se non subordinato.

3.2. MLPS: Rapporto annuale sulle Comunicazioni Obbligatorie 2017

Il Ministero del Lavoro pubblica il “Rapporto annuale sulle Comunicazioni Obbligatorie 2017”, che descrive le dinamiche del mercato del lavoro dipendente e parasubordinato nel triennio 2014-2016. 

Le statistiche contenute nella pubblicazione riguardano il flusso dei contratti di lavoro dipendente e parasubordinato di tutti i settori economici.

Si allegano: il Rapporto Comunicazioni Obbligatorie 2017; la Sintesi Rapporto Comunicazioni Obbligatorie 2017; i Grafici.

3.3. INPS: norme sull'apprendistato

L’istituto di Previdenza pubblica il Messaggio n. 2243, avente per oggetto l’assunzione in apprendistato professionalizzante, senza limiti di età, di lavoratori beneficiari di indennità di mobilità ovvero di un trattamento di disoccupazione.

Con il Messaggio n. 2499, INPS comunica alcune precisazioni riguardanti il regime contributivo degli apprendisti.

3.4. Garanzia Giovani: monitoraggio

L’Agenzia Nazionale pubblica il primo rapporto trimestrale sull’attuazione della Garanzia Giovani in Italia e un confronto europeo a tre anni dall'avvio.

3.5. Garanzia Giovani: monitoraggio

Sono stati pubblicati i nuovi report di monitoraggio su Garanzia Giovani del 1 Giugno 2017, del 9 Giugno 2017, del 16 Giugno, del 23 Giugno, del 30 Giugno e del 7 Luglio 2017.

4. CONFERENZA STATO-REGIONI

4.1. Linee Guida tirocini extracurriculari

Con l’Accordo in Conferenza Stato-Regione del 25 maggio 2017 vengono adottate le nuove linee guida in materia di tirocini extracurriculari che aggiornano e sostituiscono le precedenti del 23 gennaio 2013, adottate ai sensi della Legge n.92/2012. 

Sono previste diverse novità, tra cui l’ampliamento della platea dei soggetti promotori, la disciplina dei tirocini in mobilità interregionale, l’introduzione di nuovi criteri per la durata minima e di forme di premialità per i soggetti ospitanti che assumono tirocinanti.

ADAPT confronta i principali cambiamenti introdotti con le nuove linee guida, in materia di definizioni e destinatari dei tirocini, della durata, delle disposizioni nei confronti dell’interruzione del tirocinio, del soggetti ospitante multilocalizzato. 

Regioni

Ordinamenti - Dibattito - Progetti

1. GOVERNO DELLE REGIONI

La Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome ha la finalità di:

  • Definire, promuovere posizioni comuni su temi di interesse delle Regioni, elaborare documenti e proposte al fine di rappresentarle al Governo e al Parlamento e agli altri organismi centrali dello Stato e alle istituzioni comunitarie.
  • Predisporre pareri e base di intesa in osservanza della legislazione vigente.
  • Favorire il raccordo con le autonomie locali a livello nazionale.

Si allegano: 

  • la composizione delle Commissioni, individuate in base ai gruppi di materie omogenee di competenza delle Regioni e delle Province Autonome; 
  • gli Assessori regionali incaricati nelle materie dell’Istruzione, della Formazione Professionale e del Lavoro. 

2. CAMPANIA: SIGLATO L’ACCORDO CON MIUR SU COMPETENZE DIGITALI (28.06.17)

È stato siglato l’accordo tra MIUR e Regione Campania dal titolo “Accordo di collaborazione sulla Promozione e Sviluppo Continuo delle Competenze Digitali”, per promuovere lo sviluppo delle competenze digitali lungo tutta la filiera. 

Previsto un approccio condiviso fra le due istituzioni e una piattaforma programmatica assolutamente innovativa dal punto di vista delle politiche di sviluppo, che prende le mosse dalle azioni individuate dal Piano Nazionale Scuola Digitale, lanciato dal Miur nell’ambito dell’attuazione della riforma Buona Scuola.

3. EMILIA ROMAGNA: UNA SENTENZA DELLA CASSAZIONE

Per l’esenzione da parte degli enti di istruzione professionale degli assegni di contribuzione familiare è necessaria un’apposita domanda e gli atti interruttivi dell’Inps devono intervenire nel termine di 5 anni dalla scadenza dei contributi. 

A precisarlo è la Cassazione con la sentenza 13863/2017 che pone fine ad una lunga controversia che vedeva contrapporsi, da una parte, l’ente Acli istruzione professionale Emilia Romagna e quello della provincia di Bologna e, dall’altra, l’Inps in merito all’accertamento della prescrizione di alcuni crediti contributivi e l’esenzione dal pagamento della contribuzione assegni familiari (Cuaf) per il periodo dal 1991 al 1998. In particolare, la questione riguardava l’esatta interpretazione della legge 335/1995 che aveva ridotto il termine prescrizionale da dieci a cinque anni.

4. LAZIO: BANDO REGIONALE HUB CULTURA-SOCIALITÀ-LAVORO (24.05.17)

La Regione Lazio pubblica un bando per realizzare sul proprio territorio una rete di Hub cultura-socialità-lavoro finalizzati alla creazione di luoghi che possano offrire servizi innovativi, fra i quali favorire i processi di attivazione e l’occupabilità dei cittadini, aumentare il matching tra domanda e offerta di lavoro, favorire la nascita di spazi di coworking, promuovere iniziative sociali e culturali, fornire servizi per l’orientamento, la formazione e l’accompagnamento al lavoro. 

Il valore della gara, posto a base d’asta, è pari ad Euro 6.557.377,05 e l’offerta da parte degli operatori economici pubblici o privati deve pervenire alla Regione Lazio entro il 18 luglio 2017.

Si allegano link per scaricare la documentazione e scheda elaborata da Noviter.

5. LOMBARDIA: L.G. PER L’ATTUAZIONE DELLE AIONI DI RETE PER IL LAVORO (09.06.17)

Con la Deliberazione n. X/6686, Regione Lombardia ha approvato le “Linee guida per l’attuazione delle Azioni di rete per il lavoro” come strumento per la programmazione e l’attuazione di interventi rivolti a gruppi di lavoratori in uscita o fuoriusciti da situazioni di crisi aziendale. Si allega una scheda di sintesi predisposta da Noviter.

6. QUADERNO DI TECNOSTRUTTURA (28.06.17)

I principali argomenti affrontati dal Quaderno sono: 

  • la programmazione UE, le novità nell’ambito del sociale; 
  • gli approfondimenti sui servizi sociali; 
  • un dossier su integrazione dei Migranti nella programmazione 2014 – 2020; 
  • un focus sugli Accorti territoriali per l’inclusione sociale; 
  • Didacta Italia, il mondo dell’istruzione in fiera. 

Rassegna

Temi trattati dalle principali riviste o Rapporti

1. CNSC: COME MIGLIORARE IL SISTEMA SCOLASTICO E FORMATIVO ITALIANO (07.06.17)

Il Consiglio Nazionale della Scuola Cattolica (CNSC) richiama l’attenzione dell’opinione pubblica e del mondo politico sul sistema educativo italiano, “ancora incompiuto”, e invita a fare i passi necessari “affinché il sistema formativo italiano, nel suo complesso, possa perseguire meglio la missione educativa che la società gli affida e che la legge a pieno titolo gli riconosce”. 

I passi da compiere, sia a proposito delle scuole paritarie che dell’istruzione e formazione professionale (IeFP), sono numerosi. Il documento elenca una pluralità di misure possibili, premettendo che, alla base di tutto, si collocano i diritti della persona e la primaria responsabilità educativa della famiglia.

Si allegano:

2. INAPP: DOCUMENTI RECENTI

  • Ruolo dell’INAPP nel sistema IeFP (9 giugno 2017) 
    INAPP approfondisce il suo ruolo rispetto all’ambito della IeFP. In allegato: E. Crispolti: IeFP; E. Crispolti: dati. 
  • Rapporto sulla Formazione Continua (giugno 2017) 
    L’INAPP ha pubblicato il Rapporto annuale sulla Formazione continua. Il testo è stato chiuso a novembre 2016 e illustra l’anno formativo 2015-2016. Il Rapporto si divide in due parti: la 1° analizza le dimensioni della formazione per i lavoratori e le imprese mentre la 2° descrive il quadro delle politiche di sostegno. 
  • Paper su “Digitalizzazione, Automazione e Futuro del Lavoro” (aprile 2017) 
    Il paper propone una riflessione circa i potenziali effetti sul lavoro dell’attuale processo di digitalizzazione ed automazione delle relazioni socio-economiche.

3. INPS: XVI RAPPORTO ANNUALE (luglio 2017) 

Il Rapporto è articolato in due parti: 

  • nella 1° parte, dedicato alla ripresa occupazionale e agli effetti delle recenti riforme del mercato del lavoro, vengono forniti nuovi dati sull’utilizzo delle misure di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro e viene fornito un indicatore sintetico di mobilità: il tasso di turnover dei lavoratori (quello che nella letteratura internazionale viene definito come Worker Turnover, vale a dire il rapporto fra, da una parte, il numero di lavoratori assunti o cessati, e dall’altra, il numero di persone occupate almeno un giorno nel corso dell’anno). 
  • la 2° parte mette in luce come ci sia una forte relazione positiva, in Italia come in altri paesi, fra occupazione femminile e natalità. 

4. ISTAT: OSSERVATORIO SUI LAVORATORI AUTONOMI (giugno 2017)

Il 27 giugno 2017 è stato pubblicato l’Osservatorio sui lavoratori autonomi (artigiani e commercianti) con i dati relativi al 2016.

5. BANKITALIA: PAPER SULLA MOBILITÀ DEGLI UNIVERSITARI (giugno 2017) 

Bankitalia ha pubblicato un paper in cui illustra le caratteristiche della mobilità interregionale degli studenti universitari.

Secondo il paper i flussi di spostamento non dipendono tanto dalla distanza dell’ateneo di destinazione quanto piuttosto dalla qualità della didattica e delle prospettive di spendibilità del titolo di laurea nel mondo del lavoro. 

Pertanto, le classifiche sulle performance delle università diventano sempre più elemento di attrattiva di nuove matricole e, di conseguenza, l’aumento del flusso di studenti al nord testimonia una necessità di un potenziamento della qualità degli atenei del sud.

6. CENSIS: CLASSIFICA DELLE UNIVERSITÀ ITALIANE (3 luglio 2017) 

Anche quest’anno sono disponibili le classifiche delle università italiane elaborate dal Censis e divenute oramai un appuntamento annuale a supporto dell’orientamento di migliaia di studenti pronti a intraprendere la carriera universitaria.

Si tratta di un’articolata analisi del sistema universitario italiano attraverso la valutazione degli atenei (statali e non statali, divisi in categorie omogenee per dimensione) relativamente alle strutture disponibili, ai servizi erogati, al livello di internazionalizzazione e alla capacità di comunicazione 2.0.

Si allegano: Dossier tratto da Repubblica La pagella delle Università; per ulteriori approfondimenti è possibile consultare tutte le classifiche collegandosi al sito del Censis. 

7. BEST STAGE: GUIDA 2017

È stata pubblicata la “Guida Best Stage 2017”. 

L’obiettivo è fornire ai giovani e a tutti coloro che ruotano attorno all’universo stage, una bussola attraverso cui orientarsi nel momento delicato del passaggio dalla formazione al lavoro.

La guida illustra inoltre la differenza tra i tirocini curriculari ed i tirocini extracurriculari e quest’anno dedica una sezione, in vista dei cambiamenti di maggio 2017, alle normative regionali, evidenziando per ciascuna Regioni i 3 elementi chiavi più importanti per i giovani interessati e per le aziende. 

8. CONFINDUSTRIA: DUE PROPOSTE

  • Guida pratica sull’alternanza scuola-lavoro – 2° edizione (giugno 2017) 
    Arriva la 2° edizione della “Guida pratica sull’alternanza scuola-lavoro” di Confindustria, pensata per gli imprenditori e nata dalla collaborazione tra l’area Lavoro, Welfare e Capitale Umano, Giovani Imprenditori e Piccola Industria. Il manuale, aggiornato alle ultime novità normative, vuole aiutare le imprese a cogliere tutte le opportunità offerte dall’alternanza scuola-lavoro e ad avviare o potenziare collaborazioni sistematiche con le scuole offrendo suggerimenti pratici per ridurre al minimo gli oneri e le criticità che possono nascere dall’applicazione della Riforma. 
  • Giovani, impresa e futuro (26.06.2017)
    “Giovani, Impresa, Futuro” è il progetto di Confindustria per l’occupabilità dei giovani: un insieme di proposte organiche che punta su nuove politiche attive e su una nuova filiera educativa. L’obiettivo è mettere a sistema gli strumenti di collegamento tra formazione e lavoro, con l’impresa al centro. Per informazioni sul progetto si allegano: Position Paper, Executive Summary Giovani, impresa, futuro, alternanza, apprendistato, ITS; Programma Convention Giovani, impresa, Futuro; Una filiera educativa per l’occupazione giovanile: la vision di Confindustria di Giovanni Brugnoli; ITS e lauree professionalizzanti: compatibilità e competenze per Industria 4.0 di Ermanno RondiI fondi interprofessionali: Fondimpresa per i giovani in azienda di Bruno ScuottoAlternanza e apprendistato: le tappe della via maestra per il lavoro di Maurizio Stirpe

9. RELAZIONE ANNUALE GARANTE DELLA PRIVACY 

Il Garante della Privacy pubblica la Relazione annuale 2016. Tra gli argomenti: lo stato di attuazione del Codice in materia di protezione dei dati personali; l’attività svolta dal Garante; l’ufficio del Garante; i dati statistici. 

10. MONDO DEL LAVORO: TENDENZE

  • Aica 2017: competenze digitali 
    La 3° edizione dell’Osservatorio delle Competenze Digitali (2017) rileva il quadro della situazione attuale offrendo nuovi elementi conoscitivi: dai requisiti delle professioni future ai numeri del gap di professionisti ICT, alle caratteristiche dei percorsi di formazione dei laureati e di aggiornamento della forza lavoro. I risultati confermano l’urgenza di agire e ispirano le proposte che l’Osservatorio vuole suggerire per potenziare le politiche avviate e meglio allineare l’offerta formativa alla domanda di competenze digitali 
  • Welfare Aziendale in Italia. Ed. 2017
    L’indagine si propone di analizzare a che punto è il welfare aziendale in Italia, attraverso il confronto tra i protagonisti del settore: le imprese. Si evidenzia un quadro variegato e ricco di spunti di riflessione 
  • Randstad: Tendenze e sviluppo nel settore delle risorse umane (marzo 2017) 
    La ricerca riporta che otto aziende su dieci sono pronte ad assumere nel 2017, ma la maggior parte trova candidati non idonei per carenza di competenze professionali specifiche (60%), poca esperienza lavorativa nel settore (47%) e scarsa conoscenza delle lingue straniere (35%). 
  • Il vantaggio di essere se stessi (2017)
    Gli autori della ricerca evidenziano che è più vantaggioso presentarsi per come si è veramente, soprattutto nel caso di candidati di alta qualità. Al centro della ricerca è il concetto di autoverifica, il desiderio di presentarsi con precisione, in modo che gli altri si facciano di noi la stessa immagine che abbiamo di noi stessi 
  • ILO: Impiego femminile (2017)
    Il rapporto dell’ILO fornisce una panoramica mondiale sulla posizione delle donne nel mercato del lavoro e nello sviluppo della società. 

11. RAPPORTI RECENTI

  • Save the Children 2017: Atlante dei Minori Stranieri non Accompagnati in Italia 
    Save the Children pubblica il primo “Atlante dei Minori Stranieri non Accompagnati in Italia” che racchiude i dati, le storie e le mappe dei percorsi di minori migranti, della loro nuova vita in Italia attraverso un periodo di 6 anni a partire dalle “Primavere arabe” del 2011.
  • Save the Children 2017:Rapporto sull’infanzia rubata
    Il Rapporto ha preso in considerazione 172 Paesi al mondo. Il quadro che ne emerge è impietoso: nel mondo ci sono 700 milioni di minori (vale a dire uno su quattro) ai quali è negato il diritto ad essere bambino: lavoro minorile, guerre, fame, malattie ma anche i matrimoni precoci sono le piaghe che minano il loro futuro.
  • UNICEF: Sperduti. Storie di minorenni arrivati soli in Italia (maggio 2017) 
    Il Rapporto punta a rilevare il vissuto dei minorenni in relazione alla loro esperienza migratoria e ricostruire il loro percorso verso l’Italia.
  • Atlante Sprar 2016 (aprile 2017)
    Il nuovo Atlante Sprar 2016 (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) fa il punto non solo sui dati relativi alle persone in accoglienza, ai servizi offerti e alle strutture rese disponibili, ma anche sull’analisi delle circa 500 iniziative di successo dei progetti Sprar.
  • Caritas e Migrantes: XXVI Rapporto Immigrazione 2016: Nuove generazioni a confronto
    Con il tema immigrazione sempre sotto i riflettori, sulla scia della Giornata Mondiale del Rifugiato e alla vigilia della Conferenza internazionale nella sede del Parlamento Europeo che precede il Consiglio europeo del 22 e 23 giugno, Caritas Italiana e Fondazione Migrantes hanno presentato mercoledì 21 giugno 2017 a Roma il Rapporto Immigrazione 2016 “Nuove generazioni a confronto”

12. RELAZIONE DELL’AUTORITÀ GARANTE PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA 2016

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, ha presentato la Relazione annuale al Parlamento presso la Sala della Regina della Camera dei Deputati.

Si allegano: 

13. UNESCO: GUIDA PER PREVENIRE L'ESTREMISMO VIOLENTO

L’UNESCO ha pubblicato una Guida che intende sostenere i decisori politici nell’ambito dei Ministeri dell’Istruzione per fissare priorità, pianificare ed implementare azioni efficaci per la prevenzione dell’estremismo violento, attraverso l’istruzione e contribuire agli sforzi nazionali legati alla prevenzione.

14. WORLD DRUG REPORT 2017

United Nations Office on Drugs and Crime pubblica il rapporto World Drug Report 2017 in cui illustra le principali problematiche legate al consumo di droghe, indagando inoltre il cambiamento del mercato illecito e le tipologie di sostanze consumate.

Si allegano:

 

SALESIANI PER IL LAVORO – onlus
Una proposta Salesiana per dare dignità e futuro! Senza lavoro non si può vivere...

La Onlus Salesiani per il lavoro si rivolge a persone - giovani e adulti - che sono in età lavorativa e versano in condizione di disagio sociale, attraverso i servizi dell'informazione, dell'orientamento, della formazione e dell'aggiornamento professionale. Punta a favorire il loro inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro. Per maggiori informazioni sulle attività della onlus si può consultare il sito
www.salesianiperillavoro.it

Aiutaci a dare di più a chi ha di meno!!