Con il nuovo anno la formazione “on the job” diventa obbligatoria anche per gli studenti delle classi quarte superiori, dopo essere partiti a settembre 2015 con gli alunni di terza, e coinvolgerà, così, complessivamente, 1,15 milioni di studenti.  Per gli studenti dell’ultimo... leggi tutto
Come noto, la Legge 107/2015 contiene numerose Deleghe (commi 180-185): Deleghe legislative e Atti di Decretazione secodaria. Per una visione di insieme alleghiamo un dossier, elaborato da Tuttoscuola (agosto 2015), che contiene uno scadenzario che accompagna i tempi dei due... leggi tutto

La vocazione del lavoro, il lavoro della vocazione

La Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia organizza il convegno dal titolo"La vocazione del lavoro, il lavoro della vocazione. Contro la sospensione sociale dei giovani, un’educazione
alla libertà responsabile e donativa". Il convegno si terrà Giovedì 16 marzo 2017 presso l'Aula Magna dell'Universitò, ore 9.30-16.30

Sconfiggere la povertà educativa in Europa

Più di 26 milioni di bambini in Europa sono a rischio di povertà o di esclusione sociale.Considerati tutti insieme, questi bambini costituirebbero la settima nazione per popolazione dell’Unione Europea (UE). Questo è semplicemente inaccettabile. I bambini fronteggiano un rischio superiore di povertà o esclusione sociale rispetto agli adulti, e gli effetti della povertà possono durare per tutta la vita.

FORMA - AUDIZIONE COMMISSIONE CULTURA

La legge 13 luglio 2015, n. 107 è rubricata come “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”.
Il legislatore ha inteso, quindi, innovare l’offerta formativa per tutti gli studenti del sistema educativo nazionale che comprende, in base alle leggi vigenti, sia le istituzioni scolastiche sia le istituzioni formative accreditate dalle Regioni nel rispetto dei livelli essenziali delle prestazioni (LEP) stabiliti dallo Stato con il decreto legislativo n. 226/2005.

Censis: 50° Rapporto sulla situazione sociale del Paese/2016

Giunto alla 50a edizione, il Rapporto Censis interpreta i più significativi fenomeni socio-economici del Paese nella fase di debole ripresa che stiamo attraversando. Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come stiamo vivendo una «seconda era del sommerso», non più pre-industriale, ma post-terziario. Nel silenzioso andare del tempo, la società continua a funzionare nel quotidiano, a ruminare gli input esterni, a cicatrizzare le sue ferite. Ma, nel parallelo rintanamento chez soi di mondo politico e corpo sociale, emerge la crisi profonda delle istituzioni.

Le Scuole per il Lavoro

La Federazione CNOS-FAP e ENDO-FAP in collaborazione con CONFAP e FORMA hanno organizzato il Seminario di studio "Le Scuole per il Lavoro. Modello italiano e anglosassone a confronto" che si terrà il prossimo mercoledì 16 novembre (ore 16.00-19.00) presso l'Istituto Sacro Cuore, Via Marsala 42-Roma.

Contratto Collettivo Nazionale Lavoro - Agidae 2016-2018

Il giorno 7 luglio 2016, in Roma, presso la Sede Nazionale dell’AGIDAE, in Via Vincenzo Bellini 10, dopo la sigla dell’Ipotesi di Accordo del 13 aprile 2016, tra l’AGIDAE e le OO.SS. è stato stipulato il seguente Contratto Collettivo Nazionale che disciplina il trattamento normativo ed economico per il personale direttivo, docente, amministrativo, tecnico ed ausiliario occupato negli Istituti aderenti all’AGIDAE.

Assemblea CNOS Scuola – Una proposta salesiana per una “scuola buona”

Una proposta salesiana per una “scuola buona”. È questa, in sintesi, l’idea di fondo che ha animato l’assemblea dal CNOS Scuola che ha avuto luogo venerdì 20 e sabato 21 ottobre scorsi a Roma, nella sede del Sacro Cuore in via Marsala. Hanno partecipato molti fra i presidi e direttori dei 94 istituti salesiani diffusi in tutto il territorio nazionale che ospitano circa 20 mila allievi e 2 mila docenti.

School Bonus

Al via la campagna istituzionale di comunicazione sullo #SchoolBonus, lo strumento previsto dalla legge Buona Scuola per consentire a chi fa erogazioni liberali ad una istituzione scolastica di avere un credito di imposta pari al 65% per le donazioni effettuate negli anni 2016 e 2017 e al 50% per il 2018.